Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerà l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Giovedì cena-spettacolo con i Papu, domenica matinée per bimbi

AL TEATRO DEL PANE "A CENA CON FRANKENSTEIN" E "GARGANTUÀ" A COLAZIONE

Venerdì c'è Artuso con "Lavorar", sabato "Tomato Soap"


TREVISO - E' un fine settimana tutto dedicato all'arte scenica quello che si appresta ad avviare al Teatro del Pane di Villorba. Si inizia giovedì 22 ottobre con la comicità dei Papu nella cena-spettacolo, ispirata al cult-movie di Mel Brooks “Frankenstein Junior”. Seconda produzione del Teatro del Pane, nata in collaborazione con I Papu e Teatro a la Coque di Pordenone, “A cena con il dr. Frankenstein” per la regia di Mirko Artuso, vedrà Andrea Appi nel ruolo del Dottor Frankenstein, Ramiro Besa in quello di Igor e con loro Anna Nigro, Stefania Petrone, Maria Grazia di Donato e Enzo Samaritani. Apertura ore 20.00, Cena-Spettacolo € 35.

Venerdì 23 ottobre invece, il Teatro del Pane vedrà protagonista Mirko Artuso, regista e attore nel reading teatrale "Lavorar". Accompagnato dalle musiche di Simone Chivilò e Sergio Marchesini, Artuso rileggerà brani tratti dalle opere di autori come Luigi Meneghello, Ferdinando Camon, Romolo Bugaro, Francesco Maino fra gli altri, a tratteggiare un affresco disincantato ma divertente e poetico su modi vecchi e nuovi di vivere il lavoro ma che è anche un viaggio personale, per Artuso, nelle pieghe e nei riflessi della propria vita, quella di operaio e attore.
Attraverso aneddoti, invenzioni, racconti personali, riflessioni, ricordi, Mirko Artuso unisce il particolare della propria esistenza all’universale dei valori e dei principi legati al mondo del lavoro, e trasfigura, con la propria sensibilità interpretativa, la letteratura di autori che hanno raccontato il Veneto lungo le sue infinite e molteplici trasformazioni. Apertura ore 19.30, Cena ore 20.00 - € 25, Spettacolo ore 21.30 € 10.


Sabato 24 ottobre sarà la volta di "Tomato Soap", teatro-novella sul rapporto tra un uomo e una donna che pensano di darsi amore. Il lavoro di e con Ariela Maggi e Giulio Canestrelli affronta il tema della violenza di genere attraverso le vicende di Gianni e Gilda: il loro primo incontro, l’innamoramento, la costruzione di una vita insieme, l’incrinarsi del rapporto, la prepotenza con la quale la violenza ne diventa protagonista, tra ritualità malate che s’insinuano nella coppia e la malintesa capacità di perdono che ne sostiene la terribile sopravvivenza.
Gianni e Gilda sono due pupazzi di gommapiuma a grandezza umana, marionnettes portés, manipolati a vista dagli attori. Ma la storia dei pupazzi è anche il gioco della coppia di attori-manipolatori, che sotto gli occhi del pubblico scambiano le carte, invertendo i ruoli: è infatti l’attrice a fare l’uomo e l’attore a fare la donna. A dispetto della tragicità del contenuto, Tomato Soap utilizza un linguaggio lieve, visuale, ironico, muto, accompagnando gli spettatori al limite della risata, là dove la tragedia diventa grottesco. Secondo classificato al playFestival 2.0 indetto da ATIR Teatro Ringhiera e Piccolo Teatro di Milano e spettacolo vincitore del concorso “Teatro voce della società giovanile” indetto da Endas Emilia Romagna e Itc Teatro. Apertura ore 19.30, Cena ore 20.00 - € 25, Spettacolo ore 21.30 € 10.


Domenica 25 ottobre, infine, torna la prima “Colazione a Teatro” della
stagione, pensata apposta per i bimbi dai cinque ai dieci anni e, naturalmente, per le loro famiglie.
Ecco allora "Gargantuà", il cuoco pasticcione, di e con Beatrice Niero e con Enrico Gaspari, spettacolo teatrale che racconta le gesta di Gargantuà, personaggio che prende il nome dal protagonista dei romanzi di François Rabelais e che altri non è se non un gran mangione: “minestroni di burro, olio e cioccolata, torte con sciroppi ragù e panna montata”! Un vero disastro in cucina, Gargantuà prova in tutti i modi a divenire un cuoco provetto ma saranno i bimbi ad aiutarlo a rimediare ai continui errori culinari, attraverso sketch divertenti, buffi e poetici, in un vero spettacolo di meta-teatro nel quale è il cibo a diventare il vero protagonista! 
Apertura ore 10. Spettacolo € 8

Ingresso è riservato ai soci Arci