Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La cerimonia, con tutti i soci, domenica 25 ottobre

I 150 ANNI DELLA SOCIETÀ OPERAIA DI MUTUO SOCCORSO DI FOLLINA

Verrà presentato il libro che racconta i 15 decenni di storia



FOLLINA
– (db) Domenica 25 ottobre la Società Operaia di Mutuo Soccorso di Follina festeggia il 150° anniversario della sua fondazione .
La cerimonia prevede il ritrovo dei soci, delle autorità locali, delle consorelle e degli ospiti in piazza del municipio alle ore 9.30. Accompagnati dalla banda di Follina, in corteo ci si avvierà verso l’abazia per partecipare alla santa messa,  alla quale  seguirà la deposizione di una corona di alloro presso il monumento ai caduti e la presentazione del libro “Mutuo Soccorso di Follina - 150 anni di storia” che si terrà presso il salone dei Trecento. Il pranzo sociale presso il ristorante La Staccionata concluderà la giornata. 
Il libro nasce dallo studio dei  documenti  conservati nella sede, fatto da Francesca Girardi, archivista e ricercatrice storica, che ha  permesso di costruire la storia dell’ associazione, di  farne conoscere i momenti belli, ma anche  la vita travagliata e far vedere come la stessa si sia  intersecata con le vicende economiche, sociali e politiche del paese. Ne è risultato così uno spaccato molto interessante della vita dell’intera comunità follinese. Il libro sulla storia della Società, che sarà presentato al termine della cerimonia religiosa, viene pubblicato grazie ai contributi della Banca Prealpi e del Consorzio Bim Piave.
Nata il 1 ottobre 1865, alla vigilia dell’adesione  del  Veneto al regno d’Italia da poco costituito, la prima in provincia di Treviso, la Società Operaia di Mutuo Soccorso di Follina è rimasta attiva  fino ai giorni nostri  per l’impegno e la passione di molti follinesi, che, legati affettivamente alla antica e storica Società, ne hanno portato avanti le iniziative e le idealità.
Fu costituita per interessamento dei notabili del paese, gli industriali tessili Andretta, Colles e Paoletti  che ne furono i fondatori e anche i primi presidenti, interessati affinché i loro operai  potessero avere un sostentamento anche in caso di impedimento al lavoro a causa di  malattia o infortunio. A dirigerla furono chiamate sempre persone acculturate, di grande umanità, altruismo e passione come il dottor Enea Loschi, medico, o il comm. Antonio Prandini, sindaco di Follina per parecchi anni.
I Mutui Soccorsi sono stati la prima forma di assistenza fornita ai lavoratori, che, al tempo, in caso di malattia non potevano usufruire di alcun sostegno economico. Il pur piccolo aiuto che poteva essere erogato serviva per permettere   di acquistare il pane per la famiglia. Nella seconda metà dell’800, in Italia,  molte furono le società di mutuo soccorso; quasi in ogni paese ve n’era una .
Nel  9oo lo stato ha cominciato  ad interessarsi dell’assistenza  e così le SOMS sono venute a perdere la loro primaria ragione d’essere. Molte hanno cessato di esistere, altre, come quella di Follina, hanno però continuato a mantenere vivo nel paese lo spirito di mutualità e ad organizzare attività sociali e ricreative in  ricordo dell’ antico valore e per  rispetto verso  tutti quelli che  vi avevano  operato.
 Oggi lo stato sociale va perdendo qualche pezzo e  stanno nascendo nuove esigenze di integrazione sanitaria e di sostegno mutualistico. Si aprono così nuovi spazi per la presenza dei  Mutui Soccorsi nella società. Il Consiglio di amministrazione della Società, che domenica si appresta a celebrare il prestigioso anniversario, intende proporre ai propri associati il rinnovo degli obiettivi costitutivi e predisporre un piano di offerte assistenziali di integrazione a quelle oggi esistenti.