Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Stipendi del personale ridotti di 2,2 milioni di euro"

"AL CREDITO TREVIGIANO PAGANO SOLO I DIPENDENTI"

Lettera aperta dei bancari ai candidati presidenti della bcc


VEDELAGO - Valorizzare il personale. E' l'appello che i dipendenti del Credito Trevigiano lanciano ai futri amminstratori in vista delel elezioni per il rinnovo del cda e degli organismi sociale della bcc di Vedelago, in programma domenica. Il sindacato di categoria, First Cisl Belluno Treviso ha diffuso una lettera aperta ai candidati presidenti: la sigla sindacale raccoglie duecento dei 250 addetti della bcc. Lavoratori e sindacalisti non nascondono critiche alla precedente e all'attuale gestione: "Il vecchio cda - si legge nel documento -, ha pagato multe pecuniarie per circa 462 mila euro. I dipendenti, a seguito dell’applicazione dell’articolo 22, subiranno, nel triennio, un taglio di 2,2 milioni di euro. Il rapporto è di 1 a 5. Per ogni 1000 euro di ammenda pagata dal Cda ai lavoratori saranno sfilati 5000 euro".
"Chiediamo al nuovo presidente ed ai suo collaboratori se ciò sia moralmente corretto - continua la lettera aperta -. Tra quanti pagheranno vi sono cassieri che guadagnano 1.500 euro al mese, colleghi monoreddito con famiglie a carico, famiglie in cui cento euro contano".
Ma non sfuggono neppure i due professionisti che da oltre un anno stanno governando l'istituto in regime di amministrazione straordinaria: "E chi ha trattato tutto questo con grande leggerezza, i commissari per essere chiari, si sono portati a casa probabilmente compensi di qualche centinaio di migliaia di euro. Quando sarà presentato il bilancio lo capiremo. Sappiamo fare di somma e sottrazione, conosciamo il significato dei ratei e dei risconti, sappiamo dove cercare!".
Ai commissari, i rappresentanti dei lavoratori imputano anche un nuovo piano di ristrutturazione organizzativa, che finirebbe per snaturare la banca e demansionerebbe diveris direttori di filiale, aprendo in questo mondo la strada a possibili contenziosi legali.
"Ma siamo anche certi - conclude la missiva - che, se nel nuovo cda siederanno uomini di valore e di specchiata onorabilità e trasparenza, persone che conoscono il territorio ed il sistema del Credito Cooperativo, che riconoscono il valore del personale, ci si potrà sedere ad un tavolo, riconoscersi vicendevolmente, e rivedere, se i numeri della banca lo consentiranno, ciò che appare fuori luogo.  Noi ci contiamo. Sarebbe un bel modo per iniziare".