Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Stipendi del personale ridotti di 2,2 milioni di euro"

"AL CREDITO TREVIGIANO PAGANO SOLO I DIPENDENTI"

Lettera aperta dei bancari ai candidati presidenti della bcc


VEDELAGO - Valorizzare il personale. E' l'appello che i dipendenti del Credito Trevigiano lanciano ai futri amminstratori in vista delel elezioni per il rinnovo del cda e degli organismi sociale della bcc di Vedelago, in programma domenica. Il sindacato di categoria, First Cisl Belluno Treviso ha diffuso una lettera aperta ai candidati presidenti: la sigla sindacale raccoglie duecento dei 250 addetti della bcc. Lavoratori e sindacalisti non nascondono critiche alla precedente e all'attuale gestione: "Il vecchio cda - si legge nel documento -, ha pagato multe pecuniarie per circa 462 mila euro. I dipendenti, a seguito dell’applicazione dell’articolo 22, subiranno, nel triennio, un taglio di 2,2 milioni di euro. Il rapporto è di 1 a 5. Per ogni 1000 euro di ammenda pagata dal Cda ai lavoratori saranno sfilati 5000 euro".
"Chiediamo al nuovo presidente ed ai suo collaboratori se ciò sia moralmente corretto - continua la lettera aperta -. Tra quanti pagheranno vi sono cassieri che guadagnano 1.500 euro al mese, colleghi monoreddito con famiglie a carico, famiglie in cui cento euro contano".
Ma non sfuggono neppure i due professionisti che da oltre un anno stanno governando l'istituto in regime di amministrazione straordinaria: "E chi ha trattato tutto questo con grande leggerezza, i commissari per essere chiari, si sono portati a casa probabilmente compensi di qualche centinaio di migliaia di euro. Quando sarà presentato il bilancio lo capiremo. Sappiamo fare di somma e sottrazione, conosciamo il significato dei ratei e dei risconti, sappiamo dove cercare!".
Ai commissari, i rappresentanti dei lavoratori imputano anche un nuovo piano di ristrutturazione organizzativa, che finirebbe per snaturare la banca e demansionerebbe diveris direttori di filiale, aprendo in questo mondo la strada a possibili contenziosi legali.
"Ma siamo anche certi - conclude la missiva - che, se nel nuovo cda siederanno uomini di valore e di specchiata onorabilità e trasparenza, persone che conoscono il territorio ed il sistema del Credito Cooperativo, che riconoscono il valore del personale, ci si potrà sedere ad un tavolo, riconoscersi vicendevolmente, e rivedere, se i numeri della banca lo consentiranno, ciò che appare fuori luogo.  Noi ci contiamo. Sarebbe un bel modo per iniziare".