Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'Enpa: "Maltrattamenti sugli animali frequenti nella Marca"

SALE A 6MILA EURO LA TAGLIA PER LA GATTINA TRAFITTA

Somma per individuare chi l'ha ferita con una balestra


REFRONTOLO - Cresce l'indignazione per l'accaduto e cresce anche la “taglia” piazzata sul responsabile. Mentre proseguono le indagini sul caso della gattina trafitta nei giorni scorsi da una freccia di balestra a Refrontolo, un simpatizzante dell'Ente nazionale protezione animali di Treviso ha offerto altri mille euro per accellerare l'individuazione dell'autore del gesto. La somma si aggiunge ai mille euro messi a disposizione dell'Enpa stessa e di quattromila dell'Aidaa, Associazione difesa animali e ambiente, portando così a seimila euro complessivi la cifra per chi fornirà informazioni utili.
Sono diverse centinaia i messaggi di riprovazione inviati alla pagina Facebook dell'ente animalista, con la richiesta di una pena severa per il colpevole. Le legge infatti, prevede che chiunque, per crudeltà o senza necessità, ferisce un animale o lo sottopone a sevizie sia punito con la reclusione da 3 a 18 mesi o la multa da 5mila a 30mila euro.
Prendendo spunto dal fatto, tuttavia, l'Enpa denucia come i maltrattamenti nei confronti degli animali siano frequenti nella Marca, ad esempio con l'avvelenamento sistematico dei gatti o con il tenere i cani in box piccolissimi, magari esposti alle intenperie, o di legarli cani alla catena, pratica ancora molto diffusa, nonostante sia vietata dalla legge.
“Facciamo in modo che l’indignazione per il caso di “Micia” si motivo di riflessione per denunciare anche tutti quest’altri innumerevoli casi di poveri animali che meritano un aiuto”, ribadisce Adriano De Stefano, presidente della sezione di Treviso dell'Enpa. Che lancia un appello: “La sola indignazione non basta, deve essere seguita da un gesto concreto: la segnalazione alle autorità o alle associazioni per porre fine al loro ingiustificato maltrattamento e punire i colpevoli”.