Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il magistrato si è spento al Ca' Foncello a 87 anni

ADDIO A GIANCARLO STIZ, IL GIUDICE DI PIAZZA FONTANA

Fu l'uomo simbolo della lotta alle stragi "nere" degli anni '70


TREVISO – (gp) Dopo una lunga malattia, si è spento a 87 anni all'ospedale Ca' Foncello di Treviso il giudice Giancarlo Stiz. Treviso perde così uno dei suoi uomini più illustri: fu lui infatti a smascherare, quand'era giudice istruttore a Treviso, gli autori della strage di piazza Fontana. Stiz nel 1971 aveva infatti deciso di non archiviare la testimonianza di Guido Lorenzon, giornalista e oggi consigliere comunale a Nervesa della Battaglia. Dopo la richiesta d'arresto di Pino Rauti nel 1970, le parole di Lorenzon affiancate alla tenacia e al senso del dovere del magistrato, Stiz scrisse una pagina indelebile della storia d'Italia inchiodando Giovanni Ventura e Franco Freda, e gli ambienti padovani di Ordine Nuovo, e facendo luce sulla bomba piazzata alla Banca Nazionale dell'Agricoltura a Milano il 12 dicembre 1969. In seguito a quell'inchiesta, Giancarlo Stiz dovette convivere con continue minacce di morte, tanto che divenne il primo magistrato in Italia a essere messo sotto scorta. “Quella testimonianza ha segnato per sempre la mia vita – ha dichiarato Guido Lorenzon – ma ha segnato molto anche la sua. Mi ero ripromesso di cercarlo in questi giorni e mi è dispiaciuto non averlo fatto. Sono quelle cose che rimandi e che la vita non ti perdona”. “Lo ricordo come una gran persone con un senso delle istituzioni incredibile – ha invece dichiarato il sindaco di Treviso Giovanni Manildo – E' stato un esempio per tutti”.