Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Interrogato il 38enne magrebino: ha scelto di non rispondere

ANZIANO MALMENATO IN CASA: SAMAMI RESTA IN CARCERE

L'uomo è accusato di tentata rapina, lesioni e resistenza



PAESE
– (gp) Rimane in carcere Aziz Samami, il 38enne marocchino arrestato per tentata rapina ai danni del 73enne di Paese Italo De Lazzari, titolare di un centro di pesca sportiva a Paese. L'uomo, comparso di fronte al gip angelo Mascolo per l'interrogatorio di convalida dell'arresto, si è avvalso della facoltà di non rispondere e il giudice ha confermato nei suoi confronti la misura di custodia cautelare in carcere. Ma tramite il suo legale ha giustificato il gesto contestato: secondo la difesa infatti, il 38enne avrebbe reagito a una situazione non più tollerabile. Il magrebino avrebbe infatti lavorato in nero per il 73enne di Paese all'interno del centro di pesca sportiva, ma da settimane aspetterebbe di essere pagato. Così, due sere fa, si sarebbe presentato dal 73enne con un complice, rimasto senza nome, per riscuotere quanto gli spetterebbe. La vittima sarebbe stata malmenata e ferita alla testa con una sedia di plastica. A intervenire in soccorso dell'uomo è arrivato il figlio 40enne, bloccando appunto il nordafricano mentre il complice fuggiva. L'uomo è stato così arrestato per tentata rapina aggravata, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale visto che, all'arrivo dei carabinieri, si sarebbe scagliato anche contro di loro.