Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rinviati a giudizio un uomo e tre donne romene

"PAGA 4 MILA EURO PER PROSTITUIRTI": IN 4 A PROCESSO

Accusati a vario titolo di estorsione, violenza privata e lesioni



SAN FIOR
– (gp) “Devi pagare 4 mila euro al mese, così hai anche la mia protezione, se non vuoi vedere tagliato il tuo bel visino”. Sarebbe solo una delle minacce ricevute da una giovane lucciola che si prostituiva in zona industriale “Marco Polo” a San Fior, che ha fatto finire a processo quattro persone accusate a vario titolo di estorsione, violenza privata, lesioni e porto abusivo di oggetti atti a offendere. Si tratta di quattro cittadini romeni, tre donne di 27, 30 e 51 anni e un uomo di 25, tutti rinviati a giudizio dal gup Silvio Maras. Le prime intimidazioni sarebbero iniziate la notte tra il 2 e il 3 maggio 2014. Ad avere il primo approccio con la lucciola sarebbe stato l'uomo il quale, al volante di una Bmw, l'avrebbe avvicinata dicendole che per “affittare” quella zona avrebbe dovuto scucire 4 mila euro al mese. Il 14 maggio sarebbero invece entrate in scena le due romene. Mentre la lucciola attendeva i clienti nella propria auto, venne avvicinata dalle due donne. Una sarebbe scesa e avrebbe iniziato a prendere a calci la vettura. Poco dopo sarebbe arrivata anche la seconda la quale avrebbe preso per i capelli la lucciola, l'avrebbe presa a calci e pugni e poi, tirando fuori dalla borsetta uno storditore elettrico, l'avrebbe colpita al volto e all'addome. Entrambe l'avrebbero anche minacciata: “Vattene via marocchina di m***a, questo è il posto delle romene. Noi abbiamo pagato 10 mila euro per poter stare qui e se vuoi stare qui devi pagare anche tu a chi sai tu”. La terza donna è invece accusata di aver portato fuori dalla propria abitazione lo storditore elettrico, senza le dovute autorizzazioni.