Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Superato il vuoto normativo, entro novembre l'approvazione

SALVI I LAVORATORI SOCIALMENTE UTILI NEI COMUNI E SCUOLE

Via libera all'emendamento di Simonetta Rubinato


TREVISO - Via libera dalla Commissione Bilancio all’emendamento di Simonetta Rubinato (Pd) che introduce nel decreto legge n. 154/2015 una norma transitoria per risolvere il problema creatosi a seguito dell'entrata in vigore il 24 settembre scorso delle nuove disposizioni contenute nel settimo decreto legislativo attuativo del Jobs Act (art. 26 D.LGS. n. 150/2015) che impediscono alle pubbliche amministrazioni (enti locali, istituti scolastici, case di riposo, ecc.) di continuare ad utilizzare i lavoratori socialmente utili per la mancanza della convenzione quadro predisposta dalla nuova Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro, che deve tuttavia essere ancora costituita. Grazie alla proposta emendativa in oggetto potranno quindi continuare ad essere autorizzati dalle Regioni i progetti di attività e lavori socialmente utili secondo le precedenti disposizioni fino all'approvazione della convenzione-quadro, che costituirà in futuro lo schema di riferimento per le convenzioni tra regioni e amministrazioni pubbliche per l'utilizzo diretto dei lavoratori titolari di strumenti di sostegno al reddito in costanza di rapporto di lavoro, per lo svolgimento di attività di pubblica utilità.
“In questo modo – commenta Rubinato – il Parlamento potrà rimediare all'errore, riconosciuto dallo stesso Governo, creato dal decreto legislativo n. 150/2015 che dal 24 settembre aveva limitato la vigenza delle vecchie norme sugli Lsu ai soli progetti e lavori socialmente utili in corso, rendendo impossibile il rinnovo dei contratti in scadenza. Una prospettiva che aveva allarmato numerosi amministratori locali, ma anche dirigenti scolastici anche del Trevigiano, dove gli LSU sono più di 1.700, preoccupati di non essere più in grado di garantire l’erogazione di alcuni servizi importanti sia nell’ambito amministrativo che in quello delle manutenzioni ordinarie”. Ora l’emendamento dovrà superare il vaglio dell’aula della Camera e poi il passaggio al Senato, ma i firmatari confidano che sarà approvato essendoci già il parere positivo del Governo, in particolare del ministro del Lavoro Giuliano Poletti e della ministra per i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi. Per cui dal prossimo mese di novembre enti locali, scuole, case di riposo, potranno tirare un sospiro di sollievo.