Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

26^ edizione del premio assegnato dalla Fondazione Benetton

SPORT, GIOCHI E SOCIETÀ: INCONTRO CON I PREMIATI DELLA BORSA DI STUDIO COZZI

Giovedì 29 ottobre la presentazione delle tesi di laurea e dottorato


Il fenomeno sportivo come elemento di trasformazione ed evoluzione della società, il processo di candidatura e l’organizzazione dei Giochi Olimpici e Paralimpici, ma anche la dimensione più internazionale dello sport legato alla politica estera italiana nel secondo dopoguerra, sono i temi al centro delle tesi di laurea che giovedì 29 ottobre alle ore 17, nell’auditorium della Fondazione Benetton Studi Ricerche, saranno premiate alla ventiseiesima edizione delle Borse di studio intitolate all’insigne studioso Gaetano Cozzi.
Conferite ogni anno dalla Fondazione a giovani studiosi per le loro tesi di laurea magistrale, di dottorato di ricerca o di scuola di specializzazione, discusse nell’ambito dell’università italiana, le tre borse di studio hanno come filo conduttore il tema il gioco e i giochi, attraverso i tempi, fino agli sport contemporanei.
All’incontro pubblico, coordinato da Marco Tamaro, direttore della Fondazione, parteciperanno Alessandra Rizzi (Università Ca’ Foscari Venezia, Fondazione Benetton, Ludica) e Antonella Stelitano (esperta di sport e relazioni internazionali, Comitato Italiano Fair Play) che discuteranno con i tre premiati sulle questioni attraversate dai loro lavori di ricerca.
I vincitori di quest’anno sono Giovanni Gatto, Università LUISS Guido Carli di Roma per la tesi magistrale in “Relazioni internazionali”, L’attività di lobbying per l’organizzazione dei Giochi Olimpici. I casi di Torino 2006 e Roma 2020; Francesco Pomiato, Università Ca’ Foscari Venezia, per la tesi magistrale in “Storia dal medioevo all’età contemporanea”, Letteratura, sport e società in Italia nel secondo dopoguerra (1945-1960); Nicola Sbetti, Università di Bologna, per la tesi di dottorato in “Politica, istituzioni e storia”, Giochi diplomatici. Sport e politica estera nell’Italia del secondo dopoguerra (1943-1953).
I giovani studiosi esporranno i loro lavori di ricerca e saranno lette le motivazioni della Commissione giudicatrice, formata dai professori Gherardo Ortalli, presidente, Piero Del Negro,
Alessandra Rizzi e Bernd Roeck.
Presente negli aspetti più vari della vita di ogni tempo, la dimensione ludica trova spazio in ogni campo. Dai più “seri” ai più “leggeri” e disimpegnati, dalla grande “serietà” della teoria dei giochi, messa a punto per lo studio delle situazioni competitive e ormai indispensabile per economia, politica, strategia militare e statistica, fino all’estremo dell’assoluta “leggerezza” del gioco infantile o del passatempo libero e disinteressato. La ludicità ha un ruolo ineliminabile, da sempre, nella realtà sociale.
Per lo studio di questi temi la Fondazione Benetton, con la sua rivista «Ludica. Annali di storia e civiltà del gioco» e l’omonima collana editoriale, da un quarto di secolo è punto di riferimento di livello internazionale e ha potuto offrire borse di studio a decine di giovani selezionati sulla base di centinaia di tesi, premiate nel corso di incontri in cui gioco e serietà della ricerca hanno saputo intrecciarsi in modo sempre piacevole.

L'intervista a Patrizia Boschiero, responsabile edizioni della Fondazione Benetton.