Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La guida al vicepresidente Vardanega fino a nuova nomina

FAVOTTO SI ╚ DIMESSO DA PRESIDENTE DI VENETO BANCA

La banca: "Decisione per motivi di salute"


TREVISO - E' durata un anno e mezzo la sua guida di Veneto Banca. In serata, Francesco Favotto ha dato le dimissioni dalla carica di presidente del consiglio di amministrazione nonché di consigliere del gruppo montebellunese.
La decisione è stata presa per motivi personali di salute - si legge in una nota diffusa dal'istituto - nella consapevolezza di non poter più assicurare la piena disponibilità all’attività di governo della banca. Favotto, 68 anni compiuti pochi giorni fa, professore di economia aziendale all'università di Padova, era stato eletto nell'assemblea dell'aprile 2014, che aveva segnato l'uscita di scena del predecessore Flavio Trinca e di gran parte del vecchio cda, sull'onda delle ispezioni di Banca d'Italia e della difficile situazione dei conti. Favotto sarebbe stato molto affaticato dalle incombenze di questi mesi e, secondo indiscrezioni, martedì scorso avrebbe accusato un lieve malore, durante la consueta seduta fiume del consiglio. Ma in molti parlano di tensioni tra le varie anime dei vertici dell'istituto montebellunese.
Il cda ha espresso al professor Favotto i più sentiti ringraziamenti, evidenziando le capacità professionali e le doti umane che ne hanno sempre distinto l’operato in una fase cruciale della vita della banca. Ai sensi dello statuto sociale, il vice presidente Alessandro Vardanega, assume con decorrenza immediata le funzioni di presidente fino a nuova nomina. E proprio l'imprenditore di Possagno, ex numero uno di Unindustria Treviso, è uno dei principali candidati per essere confermato come sostituto di Favotto. In corsa ci sarebbero anche i consiglieri, Pierluigi Bolla e Maurizio Benvenuto. La nomina, comununque, dovrà avere l'avvallo della Bce.