Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Aggregazioni? Solo se portano valore agli azionisti"

ASCOPIAVE, CRESCITA CON LE NUOVE GARE DEL GAS

Le strategie del direttore generale Roberto Gumirato


PIEVE DI SOLIGO - Le gare per la concessione del servizio di distribuzione del gas naturale in base ai nuovi ambiti territoriali sono la strada che Ascopiave intende percorrere per crescere. Lo conferma Roberto Gumirato, direttore generale del gruppo trevigiano: "Sono il nostro sviluppo natuale. Le gare sono l'alternativa perfetta alle aggregazioni. Ci saranno operatori che si ingrandiscono ed altri che spariscono dal mercato, non potendo parteciparvi perchè non possiedono i minimi requisiti tecnici, economici e finaziaria. Partiamo con le gare ed avremo una sorta di aggregazione naturale degli operatori”. Ascopiave in particolare, guarda ad appalti in Veneto e Lombardia.
Il settore attende da tempo che l'iter per le nuove assegnazioni si sblocchi. Secondo il manager trevigiano qualcosa si sta muovendo e nei prossimi sei mesi dovrebbero partire le gare, almeno per gli ambiti di maggiori dimensioni come le grandi città. Ascopiave è stato al centro di molteplici voci su possibili aggregazioni. Ma Gumierato è chiaro: il gruppo di Pieve di Soligo, 478 milioni di metri cubi di gas venduti e 321 milioni di euro di fatturato nei primi sei mesi dell'anno, considera operaizoni solo nel settore del gas. Con una caratteristica ben precisa: "I nostri azionisti sono interessati ad operazioni che garantiscano il patrimonio e ritorni almeno pari a quelli attuali. Altrimenti non avrebbe senso" "Tante aziende a maggioranza pubblica inoltre - aggiunge il direttore - coltivano l'idea dell'aggregazione come difesa dello status quo. Noi vogliamo crescere, non difendere quello che già abbiamo”. 
Per il massimo dirigente operativo dell'impresa trevigiana peraltro, il pubblico deve mantenere un potere di indirizzo e di controllo su servizi essenziali come energia, acqua, rifiuti. Ma al tempo stesso ammette come  “il timore del sistema politico locale di perdere il controllo sulla gestione" abbia frenato le aggregazioni e dunque rallentato la semplificazione di un comparto, ancor oggi frammentato in tanti piccoli operatori.