Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Processati per direttissima, due fratelli restano ai domicliari

RAID ALLE SCUOLE MEDIE DI POSTIOMA: TRE IN MANETTE

Accusati di aver colpito anche alla Polisportiva Postioma



PAESE
– (gp) Uno è stato liberato, ma due rimangono agli arresti domiciliari. In attesa del processo per direttissima, che verrà celebrato a metà dicembre, è stato convalidato l'arresto dei tre romeni di 25 anni beccati dai carabinieri sabato mattina dopo aver colpito alla Polisportiva Postioma, da dove è stato rubato un computer portatile, e all'interno della scuola media “Visentin” di Postioma di Paese. I tre erano stati notati a bordo di un'auto dai carabinieri e sono stati fermati per un controllo. All'interno della vettura sono stati rinvenuti due cacciaviti e un paio di guanti. Materiale che ha insospettito i militari che hanno proceduto al fotosegnalamento dei tre ragazzi. Nel frattempo, mentre ancora si trovavano in caserma, sono giunte le denunce di furto da parte della Polisportiva e della scuola media. La refurtiva (il pc portatile e circa 50 euro in monetine) corrispondeva a quanto era stato trovato in possesso dei tre ragazzi, per i quali sono così scattate le manette.