Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Al via il processo a carico del 36enne Giorgio Campagner

CONDOMINIO SENZA LUCE E GAS: AMMINISTRATORE IN AULA

E' accusato di un'appropriazione indebita da 33 mila euro


TREVISO - Con la formalizzazione della costituzione di parte civile, si è aperto il processo a carico di Giorgio Campagner, il 36enne amministratore di condominio raggiunto da una citazione diretta a giudizio per un buco di 33 mila euro nelle casse del condominio Hesperia, situato in via don Mazza a due passi dalla Chiesa Votiva. Un errore di notifica ha però costretto il giudice a rinviare il procedimento ad aprile, ma pare che in questo lasso di tempo le parti riescano a trovare un accordo per recuperare la somma e dunque permettere la remissione della querela, a cui seguirà la sentenza a non doversi procedere nei confronti dell'imputato. Stando a quanto contestato dalla Procura di Treviso, il 36enne, in qualità di titolare delle “Amministrazioni immobiliari Campagner geometra Giorgio” all'epoca dei fatti, non avrebbe pagato le bollette del gas tanto da spingere la società fornitrice a tagliare l'erogazione del gas a tutti gli inquilini del condominio da un giorno all'altro. Per sistemare l'inconveniente, furono i residenti a saldare le fatture e contemporaneamente, affidandosi agli avvocati Paolo e Roberto Riscica, hanno avviato i controlli del caso facendo scattare l'inchiesta della Procura. Gli accertamenti avrebbero portato alla luce che l'amministratore di condominio avrebbe effettuato prelievi dal conto corrente condominiale per pagare le bollette elettriche e del gas a cui non corrispondevano però gli effettivi pagamenti. Rimosso dall'incarico (come nuovo amministratore è stato nominato Alvise Cervesato), Campagner avrebbe anche ammesso le proprie responsabilità nel corso di un'assemblea condominiale.