Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/187: IN FRIULI IL CAMPIONATO ITALIANO AIGG

Assegnati i tricolori 2017 dei giornalisti


TREVISO - Chiuso con l’ultima gara di Villa d’Este il Challenge Aigg Diavolina 2017 che mi aveva visto con un bel piatto d’argento, è ora la volta del Campionato individuale, che si gioca a Fagagna, al Circolo Golf Udine. Nelle giornate precedenti il Club aveva ospitato il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Al via il processo a carico del 36enne Giorgio Campagner

CONDOMINIO SENZA LUCE E GAS: AMMINISTRATORE IN AULA

E' accusato di un'appropriazione indebita da 33 mila euro


TREVISO - Con la formalizzazione della costituzione di parte civile, si è aperto il processo a carico di Giorgio Campagner, il 36enne amministratore di condominio raggiunto da una citazione diretta a giudizio per un buco di 33 mila euro nelle casse del condominio Hesperia, situato in via don Mazza a due passi dalla Chiesa Votiva. Un errore di notifica ha però costretto il giudice a rinviare il procedimento ad aprile, ma pare che in questo lasso di tempo le parti riescano a trovare un accordo per recuperare la somma e dunque permettere la remissione della querela, a cui seguirà la sentenza a non doversi procedere nei confronti dell'imputato. Stando a quanto contestato dalla Procura di Treviso, il 36enne, in qualità di titolare delle “Amministrazioni immobiliari Campagner geometra Giorgio” all'epoca dei fatti, non avrebbe pagato le bollette del gas tanto da spingere la società fornitrice a tagliare l'erogazione del gas a tutti gli inquilini del condominio da un giorno all'altro. Per sistemare l'inconveniente, furono i residenti a saldare le fatture e contemporaneamente, affidandosi agli avvocati Paolo e Roberto Riscica, hanno avviato i controlli del caso facendo scattare l'inchiesta della Procura. Gli accertamenti avrebbero portato alla luce che l'amministratore di condominio avrebbe effettuato prelievi dal conto corrente condominiale per pagare le bollette elettriche e del gas a cui non corrispondevano però gli effettivi pagamenti. Rimosso dall'incarico (come nuovo amministratore è stato nominato Alvise Cervesato), Campagner avrebbe anche ammesso le proprie responsabilità nel corso di un'assemblea condominiale.