Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Caneva, il firmatario morto anni fa, denunciato un 43enne

ASSEGNI SCOPERTI, AZIENDA VITIVINICOLA TRUFFATA

Raggiro da 23mila euro per il titolare di "Ca’ de Mocenigo"


CANEVA - I carabinieri di Caneva hanno denunciato in stato di libertà per il reato di "truffa continuata e sostituzione di persona" B.S. 41enne originario di Napoli residente in San Francesco del Campo (TO), con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e truffe dello stesso genere. Lo scorso mese di luglio Z.A.,57enne originario di Conegliano socio ed amministratore dell’azienda agricola "Ca’ de Mocenigo" (con sede legale a Caneva) riceveva ordine di fornitura di ingente quantitativo di vino, da parte del citato B.S. per conto della ditta Agrifruit France di Bocale Michele con sede a Hyeres (Francia), da consegnare in epoche diverse tra maggio e luglio per un totale di 23mila euro.
L'imprenditore di Caneva ha ricevuto come pagamento assegni tratti su una banca francese riscontrati privi di copertura finanziaria e con firma irregolare, rendendosi subito conto di essere parte offesa nel reato di truffa. La Procura della Repubblica di Pordenone ha accertato attraverso i carabinieri che Bocale Michele era addirittura deceduto alcuni anni fa. L'autore del raggiro e della singolare sostituzione di persona veniva identificato con certezza dai carabinieri mediante accurate verifiche sull'utenza cellulare fornita e dalle informazioni acquisite dall'addetto al trasporto della merce. Fatti analoghi venivano denunciati nel corso del mese di Settembre 2015 da M.P. titolare di altra azienda agricola di Caneva, che sempre da B.S. riceveva ordine di consegna di pregiati vini in favore della Agrifruit France del defunto Bocale Michele per un totale di 13mila euro, ottenendo in pagamento assegno tratto sulla stessa banca francese non andato ovviamente a buon fine per firma non conforme. Verifiche analoghe alle precedenti consentivano agli investigatori di attribuire i fatti al napoletano residente in Piemonte: dovrà pertanto rispondere di truffa continuata e sostituzione di persona.