Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Caneva, il firmatario morto anni fa, denunciato un 43enne

ASSEGNI SCOPERTI, AZIENDA VITIVINICOLA TRUFFATA

Raggiro da 23mila euro per il titolare di "Ca’ de Mocenigo"


CANEVA - I carabinieri di Caneva hanno denunciato in stato di libertà per il reato di "truffa continuata e sostituzione di persona" B.S. 41enne originario di Napoli residente in San Francesco del Campo (TO), con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e truffe dello stesso genere. Lo scorso mese di luglio Z.A.,57enne originario di Conegliano socio ed amministratore dell’azienda agricola "Ca’ de Mocenigo" (con sede legale a Caneva) riceveva ordine di fornitura di ingente quantitativo di vino, da parte del citato B.S. per conto della ditta Agrifruit France di Bocale Michele con sede a Hyeres (Francia), da consegnare in epoche diverse tra maggio e luglio per un totale di 23mila euro.
L'imprenditore di Caneva ha ricevuto come pagamento assegni tratti su una banca francese riscontrati privi di copertura finanziaria e con firma irregolare, rendendosi subito conto di essere parte offesa nel reato di truffa. La Procura della Repubblica di Pordenone ha accertato attraverso i carabinieri che Bocale Michele era addirittura deceduto alcuni anni fa. L'autore del raggiro e della singolare sostituzione di persona veniva identificato con certezza dai carabinieri mediante accurate verifiche sull'utenza cellulare fornita e dalle informazioni acquisite dall'addetto al trasporto della merce. Fatti analoghi venivano denunciati nel corso del mese di Settembre 2015 da M.P. titolare di altra azienda agricola di Caneva, che sempre da B.S. riceveva ordine di consegna di pregiati vini in favore della Agrifruit France del defunto Bocale Michele per un totale di 13mila euro, ottenendo in pagamento assegno tratto sulla stessa banca francese non andato ovviamente a buon fine per firma non conforme. Verifiche analoghe alle precedenti consentivano agli investigatori di attribuire i fatti al napoletano residente in Piemonte: dovrà pertanto rispondere di truffa continuata e sostituzione di persona.