Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, saranno sentiti gli altri residenti del condominio

LA MORTE DI ANAS SOUIAD? UN TRAGICO INCIDENTE

Pochi dubbi degli inquirenti, venerdì sarà effettuata l'autopsia


TREVISO - Dai primi accertamenti svolti dalla squadra mobile di Treviso non vi sarebbero più dubbi: la morte di Anas Souiad, il giovane marocchino di 22 anni, precipitato nella tromba delle scale di un condominio di viale Trento e Trieste a Treviso la notte tra lunedì e martedì, sarebbe da ricondurre ad un incidente, una drammatica fatalità. Il pubblico ministero incaricato di coordinare le indagini, Maria Giovanna De Dona', conferirà domani l'incarico per svolgere l'autopsia sul corpo dello straniero. Ad effettuare l'esame autoptico che dovrebbe tenersi venerdì prossimo sarà l'anatomopatologo Alberto Furlanetto che dovrà chiarire le cause, l'ora della morte, le modalità e l'eventuale presenza di altri segni o lesioni non riconducibili alla caduta. Si attendono inoltre anche gli esiti dei test tossicologici. Anas Souiad, secondo quanto è stato finora ricostruito dagli investigatori, stava tentando verso le 2.45 di notte di raggiungere un giaciglio di fortuna che si trova sul sottotetto del condominio, al settimo piano. Trovando la porta chiusa a chiave il 22enne avrebbe tentato di arrampicarsi verso una balaustra, perdendo però l'equilibrio. Poi il volo nel vuoto, giù nella tromba delle scale, fino all'androne: nella caduta è finito anche contro un parapetto del quarto piano, abbattendolo. La morte è sopraggiunta sul colpo; inutili i tentativi di rianimarlo da parte dei paramedici del Suem118. Ieri la squadra mobile ha interrogato un residente della palazzina che in passato aveva messo a disposizione del magrebino, fratello della sua attuale compagna, un riparo di fortuna nel sottotetto. Il condomino ha riferito agli investigatori che da qualche tempo non aveva più avuto nessun contatto con lo straniero. La notte della tragedia era stato proprio lui, sentendo un tonfo sordo provenire dal pianterreno, a dare l'allarme al 113. La squadra mobile, per fugare ogni ulteriore dubbio, interrogherà nei prossimi giorni anche gli altri residenti della palazzina. Le telecamere di videosorveglianza della zona avrebbero inoltre escluso la presenza di altre persone nella zona nell'orario in cui si è materializzata la tragedia.