Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Continua la battaglia tra gli eredi di Sisto De Martin e Teresa Raposon

EREDITÀ CONTESA: DISPOSTO IL DISSEQUESTRO DELLA VILLETTA

Nel dicembre scorso, l'uomo uccise la moglie e il figlio di 22 anni


REFRONTOLO - La battaglia per l'eredità di Sisto De Martin e della moglie Teresa Raposon si è arricchita di un nuovo capitolo. L'avvocato Alessandra Nava, che rappresenta gli eredi della donna, ha ottenuto il dissequestro penale della villetta in cui si è consumata la tragedia di Refrontolo e, nel corso dell'udienza che si terrà la settimana prossima di fronte al collegio civile, presenterà la richiesta di sequestro preventivo di tutti i beni della famiglia per evitare che possano esserne distratti alcuni, in attesa che la vicenda venga definita in tribunale. Nel frattempo il curatore e la polizia giudiziaria di Vittorio Veneto avranno il compito di fare un inventario di tutti i beni contenuti in quella casa. Sul piatto infatti pare ci siano diversi milioni di euro di patrimonio che rivendicano gli eredi di entrambi i coniugi, e che al momento sono destinati ai parenti di Sisto De Martin, il 62enne che nel dicembre dello scorso anno in un raptus di follia aveva ucciso a coltellate la moglie Teresa, 56enne di origini filippine, e il figlio Cristian di 22 anni, prima di suicidarsi impiccandosi alle travi della mansarda di casa. Allo stato due dei cugini di Sisto, i parenti più prossimi, sarebbero gli eredi naturali di tutta la fortuna dei De Martin. Dall'altra parte però ci sono i parenti di Teresa, la madre Felixalberta oltre ai fratelli e alle sorelle, in tutto nove persone che reclamano i danni morali e biologici per la tremenda sorte toccata alla loro famiglia. E se condanne penali non se ne possono più avere, pretendono almeno un adeguato risarcimento. Da mesi infatti si battono per vedere rispettati i loro diritti. E nel mirino hanno messo l'eredità dei De Martin, una piccola fortuna fatta di conti correnti, terreni, vigne e case. Gli eredi naturali sono i fratelli Casagrande, i cugini di Sisto. Tolte le quote di Teresa, e destinate alla sua famiglia naturale, tutto il resto spetterebbe a loro. Il nodo da sciogliere, e che ha portato tutti in tribunale, è però rappresentato da quello che Sisto e sua moglie hanno acquistato durante il matrimonio e che teoricamente andrebbe diviso in parti uguali: metà ai diretti eredi del ramo De Martin e metà a quelli della moglie. Ma in realtà le cose non stanno così e i nove parenti della donna uccisa sono pronti a dare battaglia agli eredi naturali di Sisto.