Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Accusato di tentato omicidio un albanese senza fissa dimora

SPARA AL RIVALE DOPO UNA LITE: FERMATO UN 29ENNE

Denunciati due connazionali: avevano 70 gioielli rubati


SPRESIANO – Un albanese di 29 anni, senza fissa dimora, è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria in quanto ritenuto il responsabile dell'esplosione di tre colpi di arma da fuoco calibro 7.65, lo scorso 25 ottobre, all'esterno della sala slot Empire Millionarie di via Galvani a Spresiano. I militari sono arrivati a lui dopo due settimane di indagini serrate e lo hanno fermato a bordo di un'Audi A3, con targa albanese, la scorsa notte. Un blitz che ha portato anche alla denuncia a piede libero di due suoi connazionali, che si trovavano con lui, per il reato di ricettazione in quanto nel giubbotto di uno di loro sono stati rinvenuti circa una settantina di gioielli provento di furto. Le accuse a carico del 29enne sono però più pesanti: oltre alla ricettazione dell'auto rubata, una Golf, utilizzata la sera del regolamento di conti con un 36enne di Susegana, destinatario dei tre proiettili, l'uomo dovrà rispondere anche di tentato omicidio e porto abusivo di armi. A scatenare la sua ira sarebbe stato un diverbio nato per un apprezzamento di troppo a una ragazza. Il 29enne, dopo aver lasciato il piazzale del locale, sarebbe tornato al volante dell'auto rubata e avrebbe mirato contro il rivale, colpendolo di striscio soltanto una volta: il proiettile è stato poi trovato conficcato nel cappuccio della giacca della vittima.


Galleria fotograficaGalleria fotografica