Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In tre giorni di controlli, la polizia ha multato 80 persone

UNO SU QUATTRO NON GUARDA LA STRADA MA LO SMARTPHONE

La distrazione č divenuta la prima causa di incidenti mortali


TREVISO – Dopo oltre dieci anni, l'Istat ha modificato la classifica delle cause degli incidenti mortali: per la prima volta la velocità e l'abuso di sostanze alcoliche o stupefacenti sono stati scalzati dalla distrazione, che una volta su cinque è dovuta all'utilizzo del cellulare alla guida. Dati allarmanti se rapportati agli esiti dei controlli effettuati dalla Polizia stradale, con pattuglie e auto in borghese, in provincia di Treviso. In appena tre giorni, sono state multate 80 persone su un totale di 343 controlli. In pratica un guidatore su quattro non guarda la strada ma lo smartphone. Se nel 2014 sono state in totale 660 le multe staccate, che comportano il pagamento di 180 euro e la perdita di cinque punti sulla patente, nei due weekend di controlli effettuati a ottobre, sono oltre 160 i guidatori beccati al volante mentre utilizzavano il cellulare. Visti gli esiti dei controlli, la Polizia Stradale ha annunciato che non saranno più straordinari: l'intenzione è quella di mettere su strada sistematicamente delle pattuglie per cercare di arginare il problema, e magari evitare che gli incidenti mortali aumentino com'è accaduto nel 2015.