Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In tre giorni di controlli, la polizia ha multato 80 persone

UNO SU QUATTRO NON GUARDA LA STRADA MA LO SMARTPHONE

La distrazione è divenuta la prima causa di incidenti mortali


TREVISO – Dopo oltre dieci anni, l'Istat ha modificato la classifica delle cause degli incidenti mortali: per la prima volta la velocità e l'abuso di sostanze alcoliche o stupefacenti sono stati scalzati dalla distrazione, che una volta su cinque è dovuta all'utilizzo del cellulare alla guida. Dati allarmanti se rapportati agli esiti dei controlli effettuati dalla Polizia stradale, con pattuglie e auto in borghese, in provincia di Treviso. In appena tre giorni, sono state multate 80 persone su un totale di 343 controlli. In pratica un guidatore su quattro non guarda la strada ma lo smartphone. Se nel 2014 sono state in totale 660 le multe staccate, che comportano il pagamento di 180 euro e la perdita di cinque punti sulla patente, nei due weekend di controlli effettuati a ottobre, sono oltre 160 i guidatori beccati al volante mentre utilizzavano il cellulare. Visti gli esiti dei controlli, la Polizia Stradale ha annunciato che non saranno più straordinari: l'intenzione è quella di mettere su strada sistematicamente delle pattuglie per cercare di arginare il problema, e magari evitare che gli incidenti mortali aumentino com'è accaduto nel 2015.