Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Hanno raggiunto l'Italia via terra, ora rifiutano il cibo

IN QUESTURA LA PROTESTA SILENZIOSA DEI PROFUGHI

Per trenta migranti non ancora trovata una sistemazione


TREVISO - Sono giunti nella Marca da pochi giorni ma per loro, a differenza di centinaia di altri profughi, non c'è posto nelle varie strutture predisposte per l'emergenza-migranti dalla Prefettura di Treviso. Da ieri mattina una trentina di stranieri, soprattutto afghani e pakistani giunti in Italia attraverso le frontiere terresti, stanno presidiando l'ufficio immigrazione della Questura di Treviso. Una protesta discreta e silenziosa la loro: in mattinata personale della Croce Rossa li ha raggiunti all'Appiani ma i profughi hanno rifiutato il cibo che era stato loro offerto. Gli stranieri, tutti già identificati dalla Questura di Treviso, hanno dormito negli ultimi da giorni sparpagliati in varie zone della città, in ripari di fortuna: c'è anche chi aveva inutilmente cercato rifugio in stazione. Da oltre 24 ore i profughi stanziano quindi nella zona e per ora non si è ancora trovata una soluzione per dare loro una sistemazione dignitosa. In serata una decina di loro hanno trovato rifugio mentre gli altri saranno costretti ancora ad attendere. Con l'arrivo, previsto, di una nuova ondata di migranti e con la caserma “Serena” di Dosson già al collasso, ora il caso-profughi rischia di riesplodere nuovamente.