Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/216: LA CINA ╚ VICINA ANCHE SUL GREEN

A Pechino, lo svedese Bjork supera Otaegui


TREVISO - Ed ecco l’Open di questo Paese fino a ieri tanto lontano da noi, e che oggi, in quanto a Golf e non solo, si sta portando in pole position nel mondo.Il Volvo China Open, torneo dell’European Tour che si avvale dell’organizzazione dell’Asian Tour, si gioca al Topwin...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/215: ALLA MONTECCHIA VA IN SCENA IL BANCA GENERALI INVITATIONAL

Quarta tappa del circuito sponsorizzato dal gruppo bancario


SELVAZZANO DENTRO (PD) - In un ambiente speciale, la gara di golf 18 buche stableford, contrassegnata dall’esclusività e dal prestigio di “Banca Generali Private”. Era la quarta delle sette tappe del “Trofeo di golf area nord est” sponsorizzato da Banca...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/214: IL CHALLENGE AIGG RITORNA IN VENETO

Giornalisti golfisti impegnati a Frassanelle e al Colli Berici


PADOVA/VICENZA - Il Challenge dei Giornalisti Golfisti d’Italia 2018, dopo le giornate romane è arrivato in Veneto, nel padovano e nel vicentino. Abbiamo giocato in due particolarissimi Campi, ambientati in luoghi molto interessanti. Nella prima giornata abbiamo goduto della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A Villorba lo volontÓ di replicare questo esempio di rugby inclusivo

MIXED ABILITY, VERO SPIRITO DEL RUGBY E SOLIDARIET└

In Ghirada la selezione italiana del Chivasso Rugby Onlus



TREVISO
- Nei campi da rugby de La Ghirada, martedì pomeriggio il Benetton ha ospitato per un allenamento congiunto la rappresentativa italiana dei Mixed Ability, la nazionale del rugby "integrato" o, meglio, "inclusivo" (come puntualizza Enrico Colzani, anima e presidente del club) formato da giocatori con disabilità e al loro fianco dei facilitatori, veri e propri interpreti di questo sport che li aiutano a esprimere al meglio il gioco del rugby.
Una realtà nata per volontà del Chivasso Rugby Onlus, che nella scorsa estate ha partecipato per la prima volta al mondiale nello Yorkshire, in Inghilterra, giungendo terzi al cospetto di Nazionali come Galles, Irlanda e Scozia che in questo progetto credono da almeno 20 anni.
Una realtà che al momento in Italia è unica, ma verso cui tende anche il Villorba che con Massimiliano Tagliavini e la complicità di Nitoglia, Pratichetti e soci, ha organizzato l'evento andato in scena con il Benetton.
Un pomeriggio avvolto dalla nebbia, ma anche da tanto e vero spirito rugbistico, fatto di emozioni, ma soprattutto da contatti veri e giocate a volte sorprendendi. "Il nostro gruppo vanta una quarantina di elementi - spiega Marilena Giuliacci, vicepresidente dell'associazione - il gruppo include ragazzi dai 14 fino Umberto Casellato ed Enrico Colzaniai 50 anni, con diverse disabilità a carattere spesso cognitivo e anche alcune forme di autismo. In mezzo a loro alcuni "old" ma anche amici, parenti o appassionati."
Belli ed entusiasti anche i commenti in casa Treviso, a cominciare dal tecnico Umberto Casellato: "queste esperienze ti regalano il senso vero della vita, ovvero l'essere considerato per quello che dai, e non conta vittoria o sconfitta."
"Io e i miei compagni - conclude Ludovico Nitoglia - porteremo queste emozioni con noi ogni volta che scenderemo in campo.
Abbiamo affrontato una squadra che portava dentro di sè lo spirito puro del rugby."