Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Il Questore: nessuna cellula dell'Isis nella Marca

"DOBBIAMO PARTECIPARE TUTTI ALLA SICUREZZA"

Tra i punti sensibili la caserma Serena, appello ai cittadini


TREVISO - Le forze dell'ordine chiedono aiuto anche ai cittadini per contrastare il terrorismo o la possibile presenza di cellule legate all'Isis nella nostra provincia. "I cittadini devono segnalare anomalie o episodi fuori dalla normalità: tutti dobbiamo partecipare alla sicurezza": a lanciare questo appello è stato il Questore di Treviso, Tommaso Cacciapaglia. A tre giorni dalla strage di Parigi l'attenzione anche nella Marca resta alta: nella nostra provincia sono ben 27 i centri culturali o di preghiera e tutti sono costantemente monitorati dalle forze dell'ordine, sia dalla Digos della polizia che dai carabinieri. Tra i siti ritenuti particolarmente sensibili, oltre all'aeroporto Canova, le stazioni ferroviarie, i luoghi di culto, gli snodi autostradali e le sedi idelle istituzioni, c'è anche la caserma "Serena" di Dosson di Casier in cui sono ospitati oltre 400 profughi. "Non ci sono soggetti particolarmente attenzionati": ha sottolineato il Questore, smentendo peraltro la presenza di eventuali cellule jihadiste legate alla Francia nella nostra provincia.