Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Sindaci, mondo economico, tanti comuni cittadini

TREVISO RICORDA LE VITTIME DEGLI ATTENTATI DI PARIGI

Commemorazione silenziosa in piazza dei Signori


TREVISO -  Uno alla volta hanno deposto un lumino acceso, fino a comporre un grande simbolo della pace in mezzo a piazza dei Signori. In silenzio, nessun discorso, in sottofondo solo le note di un violino. Fino ad un lungo appluaso finale. Treviso ha voluto commemorare così le 129 vittime degli attentati terroristici di venerdì sera a Parigi. Alle 18 in oltre mezzo migliaio si sono radunati nel cuore della città: il sindaco di Treviso Giovanni Manildo, con i colleghi Ruggero Feltrin, di Trevignano, e Rino Manzan, di Povegliano; diversi assessori e consiglieri comunali; il segretario provinciale della Cgil, Giacomo Vendrame, e molti altri esponenti del mondo sindacale, ma anche alcuni rappresentanti delle categorie economiche, dal vicepresidente di Unindustria Giuseppe Bincoletto, accompagnato dal direttore Giuseppe Milan, al presidente della Cna provinciale, Alfonso Lorenzetto, al direttore della Confcommercio, Pietro Tedesco. Con i parlamentari precettati a Roma per i lavori in aula, a rappresentare il mondo della politica c'era la segretaria provinciale del Pd, Lorena Andretta. E ancora i ragazzi della Rete degli studenti medi, ma soprattutto tanti cittadini comuni. Si sono ritrovati insieme per alcuni minuti di raccoglimento e di commozione. Qualche bandiera arcobaleno, un solitario grido "Vive la France", le uniche deroghe alla sobrietà del sit-in.
Oltre ad esprimere solidarietà al popolo francese, l'obiettivo era lanciare da parte un messaggio di democrazia e di condanna di ogni violenza da parte della comunità trevigiana. A promuovere la manifestazione, battezzata #Treviso #avecParis #pourlaLiberté, sono stati i sindacati Cgil, Cisl e Uil, insieme al Comune di Treviso, trovando l'adesione di varie altre associazioni ed amministrazioni municipali.

“Siamo certi che sia doveroso reagire di fronte all'evidente tentativo di introdurre paura e tensione nella nostra società – hanno dichiarato i segretari generali Giacomo Vendrame (Cgil), Franco Lorenzon (Cisl) e Carlo Viel (Uil) -. Un tentativo che va respinto con forza e umanità, rispondendo con fermezza e determinazione in difesa dei principi di libertà e fraternità”.