Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Intervista all'ideatore e curatore della Mostra, Francesco Di Leo

CENTO OPERE PER UN MESSAGGIO DI PACE

L'esposizione a Vittorio Veneto nei centi anni dalla Grande Guerra


Gianni Borta "Fiore che rinasce"VITTORIO VENETO - Cento opere d’arte diventano cento messaggi di pace nel centenario della Grande Guerra. È la mostra che l’associazione Prospettive propone a Vittorio Veneto, negli spazi espositivi di Palazzo Todesco, dal 4 novembre al 10 gennaio 2016. E i cento messaggi di pace sono rappresentati dalle altrettante opere di grandi artisti quali Remo Brindisi, Giuseppe Zigaina, Concetto Pozzati, Carmelo Zotti, Giorgio Celiberti, Domenico Boscolo Natta, Vico Calabrò, Athos Faccincani, Luigi Del Sal, Ferruccio Gard e Gianni Borta che nei loro lavori hanno invocato la pace. Pitture e sculture, alcune di grandi dimensioni, collocate nella galleria di Piazza Flaminio ma anche in vari punti della città di Vittorio Veneto, attraverso le quali indurre una riflessione collettiva sul tema universale della fratellanza e della pace tra i popoli a cento anni dallo scoppio della prima guerra mondiale.
Il titolo della mostra, che ha il patrocinio della Regione Veneto, del Comune di Vittorio Veneto e del Comune di Conegliano, è “Messaggi di Pace, a 100 anni dalla Grande Guerra”, un centinaio di dipinti e sculture, e 48 tavole dell’Internazionale di Grafica per la Pace nel Mondo tenutasi a Lipsia, in Germania, nel 1959.
 
Concetto Pozzati "Torture n.2"“In questo 2015, a 100 anni dall’entrata in guerra dell’Italia, la celebrazione dell’anniversario vuole portare all’attenzione il grande tema della pace elevando un grido di dolore di fronte alle tante guerre che affliggono l’umanità come sottolinea Papa Francesco. – spiega Francesco Di Leo, curatore della mostra e presidente di Prospettive – A Vittorio Veneto lo vogliamo fare attraverso l’arte. La Grande Guerra ha determinato perdite enormi di vite umane per l’Italia e per tutti i Paesi belligeranti, ma da allora il numero di morti in guerra è continuato a crescere fino ai giorni nostri. Molti grandi artisti hanno prodotto opere che si elevano a protesta e ci inducono a un’attenzione allarmante, più che mai attuale, sulle atrocità della guerra e su tutte le azioni di violenza esercitate dall’uomo contro l’uomo: homo homini lupus”.
La mostra vittoriese intende tracciare un percorso artistico completo sulla pace quale condizione primaria del vivere civile e lo fa attraverso le opere di maestri di fama internazionale che su questo tema hanno dimostrato grande sensibilità e grande impegno sociale.
Durante il periodo espositivo alcune sculture monumentali saranno collocate nelle piazze di Vittorio Veneto per far interagire il messaggio di pace anche all’esterno di Palazzo Todesco che ospita la mostra. L’evento comprende anche dei laboratori didattici destinati agli studenti delle scuole primarie e secondarie, visite guidate rivolte alle scolaresche e il coinvolgimento dei Comuni che all’epoca della Grande Guerra si sono trovati in prima linea.

AUDIO Ai nostri microfoni l'ideatore e curatore della Mostra, Francesco Di Leo