Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'attivitą, le Opere, i riconoscimenti e le onorificenze ricevute

LA CARRIERA DI PAOLO TREVISI, ARTISTA MONDIALE

La sua vita su di un palcoscenico fin dall'etą di 5 anni


TREVISO - E' forte la commozione nelle persone che hanno conosciuto Paolo Trevisi, scomparso a 74 anni. Uomo di grande spessore culturale e artistico, e allo stesso tempo una persona di una umiltà assoluta, tanto da non mettere mai davanti a sè il proprio curriculum o la sua carriera, che avrebbe fatto impallidire chiunque.
Noi invece vogliamo ricordare ancora una volta a chi per anni, anche qui in città nella sua Treviso, l'ha messo in un angolo o snobbato, chi era il Grande Paolo Trevisi.

Attività svolta e riconoscimenti
La sua carriera teatrale inizia nel 1946 nel teatro di prosa, alla fine degli anni 50 partecipa al Club “La Torre” assieme al giovane Carmelo Bene, nel 1963 è capocomico e fonda la Compagnia Goldoniana "I Giovani", compagnia che ha annoverato tra gli attori personalità come Gino Cavalieri e la Capodaglio. Attore e regista, in alcuni spettacoli scenografo e costumista, autore e drammaturgo, per la sua intensa attività artistica ha ottenuto ovunqueimportanti riconoscimenti, tra questi: "Medaglia al Merito Culturale" insignita dal Presidente della Repubblica Portoghese Mario Soares; “Laurea Honoris Causa” alla Tokyo College Music; “Paul Harry's Fellow” dal Rotary; “Medaglia e Commenda al merito Culturale” Rep. Pop. Di Cina Governatorato di Macau; Cavaliere dell’ ”Ordine dei Dogi del Piatto d’Oro”.
Dal 1970 entra nel mondo dell'opera lirica dove, in quarant'anni di carriera in qualità di regista, ha lavorato in tutto il mondo collaborando con artisti quali Carlo Bergonzi, Renato Bruson, Montserrat Caballé, Ileana Cotrubas, Franco Corelli, Mariella Devia, Placido Domingo, Raina Kabaiwanska, Alfredo Kraus, Sherril Milnes, Leo Nucci, Luciano Pavarotti, Katia Ricciarelli, Anna Tomowa-Sintow, Lucia Valentini Terrani, Shirley Verrett... e direttori quali Yuri Aronovitch, Oliviero De Fabritiis, Gianandrea Gavazzeni, Riccardo Muti, Renato Palumbo, Donato Renzetti, Jorge Rubio, Nello Santi, Nino Sanzogno, Claudio Scimone, Alberto Zedda... affrontando un repertorio di oltre settanta titoli operistici.
 
Nel 1970 inizia anche la collaborazione con l'Ente Teatro Comunale di Treviso. Ha ricoperto ruoli dirigenziali sia in Teatri che in Enti; tra i principali: Direttore Sceno-Tecnico e consulente al Teatro São Carlos di Lisboa, Direttore Tecnico del "Festival Internaçional di musica del sud - est asiatico a Macau" in Cina, Consigliere nel Direttivo de "La Biennale di Venezia", Direttore Artistico alla “National Opera & Ballet of China” di Pekino, Direttore Artistico di “Operascona” in Svizzera, Direttore Artistico dell'Ente Teatro Comunale di Treviso.
 
Intensa la sua attività all’estero: Orange, Toulouse, Bordeaux (F), Tokyo (J), São Paulo (BR) dove inaugura il rinnovato Teatro Muniçipal con una sua produzione di Turandot, Palm Beach (US) inaugura il primo teatro d’opera con una sua produzione di bohème, Berlino (D), Vienna (A), Marjbor (SLO), Città del Mexico (MEX), Tel-Aviv (ISR), Las Palmas, Madrid, Pamplona (E).
 
Dal 1973 al 1982, per dieci stagioni, al fianco di Carlo Alberto Cappelli, sarà regista stabile del più grande teatro lirico del mondo, l'Arena di Verona , che da lui verrà riorganizzato. In questo periodo inaugura il rinnovato teatro “Filarmonico” chiuso da più di cinquant’anni, prima, con una recita straordianaria del goldoniano “Todero”, a seguire “Carmen” e “La Bohème”.
 
Dal 1980 al 1989 sarà il Direttore Sceno-Tecnico, oltre che regista, del Teatro Naçional deSão Carlos di Lisbona (P): in queste dieci stagioni procederà alla riorganizzazione del teatro stesso.
Tra le produzioni di questo periodo si ricorda “Aida”, prima trasmissione in diretta di un'opera da parte della RTP (la televisione portoghese), e due prime mondiali moderne “Mosè in Egitto” di Rossini, edizione 1819, revisione e direzione di Claudio Scimone con la partecipazione della Fondazione "Gulbenkian" e “Lo Spirito di Contraddizione” di Jeronimo Lima.

Mette in scena il verdiano “Otello” in una sua nuova produzione con Placido Domingo - e realizza il FilmTV “Werther” con Alfredo Kraus ed il debutto di Ileana Cotrubas come Charlotte.
1983 viene nominato Direttore Artistico dell'Ente Teatro Comunale di Treviso. Nel1989 è nominato Direttore Artistico di "OperAscona" (SUI).
1992 assume l'incarico di Direttore Tecnico del "Festival Internazionale di Musica" di Macau in Cina, che porterà avanti fino al 1999.
 
Nel 1993 è nominato dalla Regione Veneto Consigliere nel Direttivo dell'Ente Autonomo "La Biennale" di Venezia. Nel 1994 il Governo di Macau lo nomina suo Consulente Tecnico-Artistico per l’erigendo “Centro Cultural” de Macau, complesso che comprenderà Teatro, Auditorium e Museo, oltre negozi e ristoranti.
E' invitato a Venezia dalla Regione Veneto per partecipare con i colleghi Bosetti, De Bosio, Scaparro, Squarzina e Vacis alla tavola rotonda che chiude l'anno del "Bicentenario di Goldoni". Nel 1995 al "São Carlos" di Lisbona mette in scena “Tosca” con Anna Tomowa Sintow e James Morris. La RTP la riprende per realizzare la sua prima ripresa in Alta Definizione. Questa produzione arriverà seconda al concorso internazionale di Lyon. Il 29 luglio 1996 presentato da Theresa Stratas, in tutte le reti televisive degli U.S.A. ne viene trasmesso il secondo atto. Oltre alla regia firma costumi e progetto luci.
Viene nominato Presidente dell'Istituto Musicale “F.Manzato” della sua città, Treviso, incarico che ricoprirà per dieci anni.
Il 30 Settembre a Lisbona in occasione della "Giornata Mondiale della Musica" viene insignito della "Medaglia al Merito Culturale" dal Presidente della Repubblica Portoghese Mario Soares.
 
In Cina, con la presenza del Presidente della Repubblica Portoghese e del Vice Presidente della Repubblica Popolare di Cina cura le manifestazioni per l'inaugurazione dell'Aeroporto Internazionale di Macau, presenti oltre 2.000 ospiti provenienti da tutto il mondo.
 
Assieme al Maestro Peeter Maag ed al Sottosegretario agli interni, Scivoletto, gli viene conferito il "Paul Harris Fellow" dal Rotary.
A Tokyo, Giappone, in occasione del novantesimo di fondazione della "Tokyo College of Music" gli viene conferita la "Laurea Honoris Causa" e mette in scena "La Bohème" di Puccini.
1998 In occasione dell’ "EXPO 98" a Lisbona progetta e realizza la giornata dedicata a Macau. Sono presenti oltre al Presidente ed al Primo Ministro del Portogallo, Ministri e le principali Autorità del mondo economico, finanziario, politico e culturale di quel paese.
E' nominato Direttore Artistico della "The National Opera and Ballet of China" di Pechino, (Beijing-Cina): è il primo cittadino straniero a ricoprire tale incarico.
 
Il Governo di Macau lo insignisce della "Medaglia e Commenda al merito Culturale". 1999, alla presenza del Presidente della Repubblica portoghese, del Vice Presidente della Repubblica Pop. di Cina e del Governatore di Macau, con una splendida edizione, a detta della critica, del "Der Fligende Hollender" di Wagner, firmandone regia e scenografia, inaugura il nuovo “Centro Culturale”, del quale ne era il consulente per la sua costruzione.
 
In occasione del ritorno del territorio di Macau alla Repubblica Popolare Cinese, 19 Dicembre 1999, viene nominato consulente per lo spettacolo portoghese del giorno 19 e collabora alla realizzazione dello spettacolo cinese del giorno 20 alla presenza del Presidente della Cina Popolare Jiang Zemin e di 4.500 invitati da tutto il mondo.
2000 rifonda, dopo 23 anni, la Compagnia Goldoniana, chiamando a farne parte due cari amici e colleghi, pietre miliari del Teatro Veneto: Toni Barpi e Wanda Benedetti. Per l’occasione metterà in scena la sua quarta edizione del goldoniano “Todero”; oltre 400 recite in 40 anni. La compagnia si chiamerà “I Giovani....ritrovati”. 2002 viene nominato Assessore alla Cultura-Istruzione-Sport-Turismo nel Comune di Villorba (TV), incarico che ricoprirà per sette anni e lascerà ad aprile 2009.
Nella stagione 2002/03 a Castelbrando (TV) cura la ricostruzione storica, per la proprietà e la Regione Veneto, della consegna della chiave del castello al Brandolini da parte della Serenissima.
2004/2006 continua la sua attività di regista con produzioni internazionali: Città del Messico (MEX), Las Palmas (E), Maribor (SLO) , Tel Aviv (ISR), Vienna (A). Lascia, dopo dieci anni, la Presidenza dell’Ist. Mus. “Manzato” di Treviso. 2007, in occasione del 300° anniversario della nascita di Carlo Goldoni, è stato chiamato a tenere conferenze sul noto commediografo e padre del teatro italiano oltre a rappresentare con la Compagnia Goldoniana “I Giovani...ritrovati” le commedie "Sior Todero Brontolon" ed "I Rusteghi" nella molteplice veste di Regista ed Attore.

SPETTACOLI INTINERANTI NEL TERRITORIO.
Per il 250° della nascita di Antonio Canova, su commissione della “Fondazione Antonio Canova”, ha scritto la commedia, “Tonin” sulla vita del grande artista e che, solo se ci saranno le condizionitecnico-artistichepromesse, sarà rappresentata.
“La Bohème” a Madrid e Pamplona (E)
“Il Trovatore” per "Opera in Piazza" ad Oderzo (TV)
Concorso internazionale di canto "Luciano Neroni" (regione Marche)
 
25° della scomparsa di Mario Del Monaco organizza e presenta il grande concerto commemorativo "10 tenori per Mario".
2008, Teatro Sociale di Rovigo regia dell'opera "Il Campiello" di E.Wolf-Ferrari.
 
E’ riconfermato nel C.D.A. di “ARTEVEN”
-Tiene numerose conferenze in varie località italiane in occasione degli anniversari di: Carlo Goldoni, Beniamino Gigli, Arturo Toscanini, Giacomo Puccini. Mette in scena ed interpreta “I Recini da Festa” per ricordare il primo Sindaco di Venezia, fondatore e ideatore della Biennale d’Arte: Riccardo Selvatico. Lo spettacolo ha girato per il Veneto e continuerà, visto il successo, nelle prossime stagioni.
-
Per ricordare 1l 150°di Puccini organizza e presenta un grande concerto dal titolo “Le Donne di Giacomo”. Con la partecipazione di una decina di artiste farà ascoltare, in ordine cronologico, arie tratte da tutte le opere musicate da Puccini.
Nel 2009 continua a rappresentare tre titoli in prosa: la quinta edizione del “Sior Todero Brontolon” e “I Rusteghi”, di Goldoni, oltre a “I Recini da festa”, di Selvatico. A Pescara, all’Arena “D’Annunzio”, metterà in scena “La Traviata” e “Madama Butterfly”.
Novembre, su invito del Sindaco di Ripatransone (Ascoli Piceno) e della figlia del basso Luciano Neroni, in occasione del centenario della nascita, lo ricorda e lo commemora con una conferenza nella sua città. 2010 viene nominato Coordinatore Generale del “29° Concorso di violino” “Premio Città di Vittorio Veneto” il più antico d’Italia.
 
Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca lo nomina, come esperto, suo rappresentante nel C.d.A. del Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto. Nel 2011 La Regione del Veneto lo nomina quale suo rappresentante nel C.d.A. della Fondazione del Teatro “La Fenice” di Venezia.
 
Per il ritorno della pala del Lotto nella chiesa di S. Cristina al Tiverone dalla mostra dedicata all’artista nelle scuderie del Quirinale, scrive un pezzo teatrale dal titolo ” Lorenzo Lotto” che sarà rappresentato con grande successo.
2012 Per i teatri di Torre del Lago Puccini – Lucca–Livorno–Pisa, in collaborazione con Maggio Fiorentino Formazione, nuova produzione di “La Traviata”. Per Torre del Lago Puccini è la prima volta che viene inserita nel cartellone un’opera non del maestro lucchese ma è un omaggio anticipato a Verdi in preparazione del prossimo bicentenario della nascita.

Il Presidente della Repubblica Italiana gli conferisce l’Onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica. 2013 Lascia il C.d.A. della “Fenice” per entrare in quello del “ Teatro Stabile del Veneto”
Il 2 giugno viene eletto Socio Corrispondente dell’ ”Ateneo” di Treviso.
Il 13 dicembre 2013 è stato riconfermato per il 9° anno Consigliere nel C.d.A. di Arteven. Nel 2014 l’1 gennaio gli viene conferito il Premio “Albertini” con la motivazione: “Maestro di Arte e di Vita. Trevigiano vero” NELLA FOTO.
-
Cura la regia dell’opera “Il Campiello” di E. Wolf-Ferrari per i teatri ”Sociale” di Rovigo e “La Fenice” di Venezia in occasione del carnevale. E’ stato asistente di registi ed alcuni scenografi come: Enriquez, Bolognini, Bolchi, Brindisi, De Bosio, Colonnello, Coltellacci, Crivelli, Gambaro, Gerome, Guicciardini, Lizzani, Maestrini, Menegatti, Pizzi, Pomodoro, Sbragia e molti altri.

ALTRE REALIZZAZIONI ED INCARICHI
Per la Planning ha curato la sceneggiatura e la regia del Videoclips "LA REGATA VENEZIANA" su musica di Giocchino Rossini. Ultima apparizione nel cinema di Gino Cavalieri oramai ultra novantenne. PITTSBURGH, University of Pittsburgh, "EZIO PINZA FOUNDATION": per quasi dieci anni ne sarà il Vice Direttore, oltre che insegnante di arte scenica. Molti sono i cantanti americani che si sono formati sotto la sua guida e che ora calcano le scene dei più importanti teatri del mondo, Scala, Metropolitan e Covent Garden compresi.
Con Franco Corelli ed Iris Adami Corredetti, per anni ha tenuto vari master class per giovani cantanti lirici provenienti da tutto il mondo.
Da parecchi anni è Accademico e consultore dell’ Accademia Italiana della Cucina, Istituzione Culturale della Repubblica Italiana.

Paolo Trevisi era però, prima di tutto un grande uomo. E ci mancherà.


Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
18/11/2015 - La Lirica e il teatro piangono Paolo Trevisi
18/11/2015 - La carriera di Paolo Trevisi, artista mondiale