Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il convegno sabato 28 novembre all'auditorium della Bcc Prealpi e Tarzo

LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALL'UROLOGIA E LE TERAPIE MINI INVASIVE

Tra i relatori il primario dell'U.O. di Urologia di Conegliano


TARZO - (Di.Bi) Sabato 28 novembre, presso l’Auditorium della Banca Prealpi CC di Tarzo, sarà ospitato un Congresso medico sul tema: “Nuove tecnologie applicate all’urologia, terapie mini invasive nel TUMORE ALLA PROSTATA”, organizzato dall’UOC Urologia dell‘ULSS7. L’evento, oramai divenuto un appuntamento annuale, prevede quest’anno, la partecipazione di molti professionisti del settore, tra più prestigiosi dell’Urologia Nazionale. “L’urologia –come tiene a sottolineare il Direttore U.O. del reparto coneglianese Valerio Salvatore, che è anche uno principali organizzatori di questo interessante seminario nazionale- si è sempre caratterizzata nel rendere proprie le innovazioni derivanti dal progresso tecnologico: il laser applicato all’endourologia, le tecniche mini invasive nel trattamento delle patologie benigne quali, l’ipertrofia prostatica o delle patologie neoplastiche sono divenute di una pratica routinaria”. –e continua- “L’accesso ad internet ha senza dubbio ampliato la quantità di informazioni a disposizione del cittadino, ma ha anche contribuito a divulgare spesso dati non filtrati dall’evidenza scientifica”. Questo sarà sicuramente uno dei temi trattati durante il convegno in quanto, i pazienti travolti da informazioni non opportunamente mediate da Professionisti del settore, sono sempre più spesso confusi e indecisi sulla scelta più adeguata da adottare. In realtà il confronto rimane controverso anche nella Comunità medica in genere e urologica in particolare . Le innovazioni tecnologiche devono di necessità tener conto dell’impatto che esse determinano sulla salute economica delle nostre Aziende, partendo dal presupposto che le Aziende Sanitarie rappresentano il Bene Comune in cui noi tutti rappresentiamo gli Utenti/Azionisti. Il convegno sarà diviso in due sessioni: la prima parte prevede un confronto sempre più attuale nella Comunità Urologica, cioè un confronto sulle nuove tecnologie applicate alla pratica clinica. La seconda sessione del Congresso prevede un argomento che rinnova la propria attualità di anno in anno: “Il tumore della prostata” oramai detentore del primato di incidenza delle neoplasie maligne nel maschio, negli ultimi 20 anni. Questo sarà sicuramente uno degli argomenti principali di dibattito ed interesse scientifico pregnante al congresso di Tarzo. Mentre fino a poco tempo fa il trattamento del tumore alla prostata era di esclusivo interesse specialistico urologico in questi ultimi anni si è vista la necessita del coinvolgimento di Specialisti di più settori: Urologo, Oncologo, Radiologo, Radioterapisti, Fisiatri sono stati chiamati ad organizzare percorsi condivisi fornire risposte multidisciplinari al paziente affetto da tale Patologia.