Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 55enne M.C. ha patteggiato la pena per omicidio colposo

GIOVANE INVESTITA: DUE ANNI DI CELLA E SENZA PATENTE

La vittima č Francesca Rago, studentessa 18enne di Casier



CASIER
- (gp) Due anni di reclusione, senza sospensione condizionale della pena, e il ritiro della patente di guida per 24 mesi. E' l'entità del patteggiamento concesso dal gup Bruno Casciarri (che aveva rigettato il precedente accordo tra l'imputato e la Procura per una pena di un anno e quattro mesi, definita troppi lieve rispetto alla gravità dei fatti) al 55enne trevigiano M.C., socio di una cooperativa, finito a processo per rispondere del reato di omicidio colposo.

L'uomo, il 30 gennaio dello scorso anno, aveva investito e ucciso Francesca Rago, una studentessa di 18 anni di Casier, mentre stava attraversando sulle strisce pedonali in via Principale, a due passi da casa e dallo stabilimento della Sile Caldaie.

Stando alla ricostruzione degli inquirenti, il 55enne stava viaggiando in direzione Treviso mentre la giovane, appena uscita di casa, stava attraversando la strada per prendere l'autobus e andare a scuola. Il veicolo non procedeva a forte velocità, anzi sarebbe stato ben entro i limiti, ma stava superando proprio il bus in sosta su cui Francesca sarebbe dovuta salire.

L'impatto è stato purtroppo terribile: la ragazza è stata sbalzata per alcuni metri rimanendo immobile sull'asfalto. Dopo il ricovero nel reparto di neurologia, i medici avevano sottoposto Francesca a un delicatissimo intervento chirurgico che purtroppo non aveva dato esito. Dopo nemmeno 24 ore, la giovane era stata dichiarata clinicamente morta.