Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

"Sconfiggere il re per detronizzare chi o cosa limita la nostra libertà"

THE KING IS DEAD: IL NUOVO ALBUM DEI KILL YOUR BOYFRIEND

La band post-punk sceglie di uscire solo in vinile (più digitale)


La prossima settimana partiranno per un tour in Belgio e Germania, intanto questa sera i Kill Your Boyfriend fanno tappa vicino a casa, nel trevigiano, ospiti del nuovo circolo Arci a Lughignano di Casale sul Sile, il Clab – Casale Lab.
Nei nostri studi, Matteo Scarpa e Antonio Angeli ci presentato il loro nuovo lavoro “The King is dead” uscito a settembre per la Shyrec, esclusivamente in formato vinile e digitale. “Fin dall'inizio il disco è stato concepito per due facciate. Volevamo avesse due immagini differenti, una un po' più chiara, il lato A, e l'altra più scura, il lato B.” ci dice Matteo, cantante e autore dei testi della band post-punk.
Dualità che ritorna anche nell'immagine della copertina, un omaggio al film “Il settimo sigillo” di Bergman che riprende la partita a scacchi con la morte: “In questo senso sconfiggere il re sta a significare il “detronizzare” le persone o le situazioni mentali e psicologiche che limitano la nostra libertà.” ci spiega Matteo nel corso dell'intervista in cui, tra un tema e l'altro, abbiamo ascoltato anche tre pezzi: Alan, Lewis e Martin.
Buon ascolto!