Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Volpago, armati di pistola e travisati, agguato sabato sera

RAPINATA TITOLARE DELLA TABACCHERIA DEL CENTRO "LA CASTELLANA"

Pedinata da Paese fino a casa e aggredita da quattro banditi


VOLPAGO - Aggredita, accerchiata e rapinata da un commando di quattro malviventi, tutti travisati con un passamontagna: uno dei banditi, pistola alla mano, si è fatto consegnare l'incasso della giornata. Diverse migliaia di euro, un bottino ingente. Vittima della rapina la titolare della tabaccheria del centro commerciale “La Castellana” di Paese. L'episodio, su cui ora indagano i carabinieri della Compagnia di Montebelluna, è avvenuto verso le ore 22 di sabato scorso a Volpago del Montello, a pochi passi dall'abitazione della negoziante, ancora sotto choc per quanto accaduto. La donna, con ogni probabilità, è stata pedinata dai banditi, seguita fino a casa. L'agguato è avvenuto quando la tabaccaia è scesa dalla sua auto: l'accerchiamento della banda è stato immediato, velocissimo, e la donna non ha avuto neppure il tempo di reagire, urlare o chiamare aiuto, tanta era la paura nel vedersi puntare contro un'arma. I malviventi sono stati rapidissimi: preso il “malloppo”, nella borsa della donna, sono subito fuggiti a bordo di un'auto che era guidata da un altro complice, anche lui travisato in volto. Gli investigatori sono ora a caccia di possibili indizi per scoprire chi possano essere gli autori della rapina: fondamentale sarà l'analisi dei filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona in cui la vittima vive. Si sospetta che gli autori del colpo possano addirittura essere dei clienti abituali della commerciante, la quale ha preferito non commentare l'accaduto per il forte choc subito e per non interferire nel lavoro degli investigatori. Di certo il piano era stato preparato da tempo e nei minimi dettagli da parte dei banditi, apparentemente giovani e senza particolari inflessioni o accenti che tradissero la loro provenienza.