Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Tormena (Crocetta): "Continuano i furti, l'ultimo ieri sera"

CALANO I REATI (-4%) MA I SINDACI RESTANO SCETTICI

Montebelluna, polizie locali in rete e uso delle banche dati


MONTEBELLLUNA - In tutta la zona di Asolo e Montebelluna i reati sono scesi nel 2015 del 4,45% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Un dato rassicurante quello fornito dal Prefetto di Treviso, Laura Lega, nel corso di un tavolo per l'ordine e la sicurezza a cui hanno partecipato tutti i sindaci dell'area. “Rafforzeremo i servizi in vista delle festività natalizie”: questo ha promesso il Prefetto che ha cercato di rispondere agli interventi dei primi cittadini, molti dei quali preoccupati soprattutto per il ripetersi di furti e rapine nei loro territori. I numeri, seppur positivi, non convincono. Tra le proposte più interessanti emerse durante il vertice c'è senza dubbio quella avanzata dal sindaco di Montebelluna, Marzio Favaro che ha invitato le forze dell'ordine a mettere a disposizione delle polizie locali le proprie banche dati. Allo studio inoltre un protocollo per mettere in rete tra loro le polizie locali di Montebelluna, Caerano, Volpago, Crocetta, Giavera, Nervesa e Trevignano. Un coordinamento sulla falsariga di quello esistente per l'Arma dei carabinieri. Ancor più scettica Marianella Tormena, sindaco di Crocetta del Montello che racconta che le abitazioni di alcune vie sono puntualmente battute dai ladri. L'ultimo furto in casa proprio ieri sera. La scorsa settimana a Pederobba si è verificato, da un cavalcavia della Feltrina a Onigo, il lancio di alcuni sassi sulle auto in corsa. Gli autori, tre giovani della zona, saranno denunciati nei prossimi giorni. Lo sconforto del sindaco, Marco Turato, è forte: il primo cittadino torna a proporre una taglia.
Con l'accoglienza diffusa ai migranti che non sta avendo il successo sperato e l'arrivo previsto nei prossimi mesi di circa 500 profughi la Prefettura cerca di correre ai ripari. 1300 migranti sono attualmente ospitati nella Marca e la quota assegnata dal Ministero dell'Interno alla nostra provincia è stata fissata a 1800 stranieri. Dopo la caserma Serena di Dosson di Casier e quella “Zanusso” di Oderzo che sarà utilizzata come nuovo hub, si pensa ad un nuovo sito dedicato all'accoglienza in provincia. Tra le ipotesi c'è quella di un'altra caserma dismessa come la “Gotti” di Vittorio Veneto. Laura Lega, glissa circa ulteriori richieste presentate al Demanio per l'utilizzo di nuovi siti. Intanto sabato a Oderzo, contro la creazione dell'Hub, la cittadinanza scenderà in piazza in una manifestazione di protesta.