Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Il parrocco, la famiglia patriarcale, i "cei": le figure di una societÓ scomparsa

LA MARCA PI┘ POVERA E PI┘ UMANA DEGLI ANNI '50

"Quaranta racconti trevisani", il nuovo libro di Sante Rossetto


TREVISO - Quaranta racconti (anzi, per la precisione, quarantadue) per ricostruire il mosaico della società trevisana e veneta alla metà del Novecento. Ci immerge in un mondo alla soglia del passaggio tra la millenaria civiltà contadina e il boom economico, il nuovo lavoro letterario di Sante Rossetto, "Quaranta racconti trevisani", edito per i tipi di Edizioni Canova. L’autore ripercorre momenti vissuti negli anni cinquanta del secolo scorso: i personaggi ricchi di umanità, le fatiche dei campi, le grandi gioie dei bambini abituati al dovere e alla povera economia casalinga. Spiccano la figura paterna del parroco, quella commovente della nonna e dei genitori, il mondo allegro dei cèi e dei sgheri impegnati tra i lavori nei campi, la scuola e giochi ormai dimenticati. E gli eventi che segnavano la vita della comunità parrocchiale: il battesimo, la prima comunione, la cresima, il matrimonio, l’ultimo saluto. Era una società compenetrata di religiosità ove la presenza della Chiesa era costante, autorevole e ineludibile.
Rossetto ci propone, anche attraverso l’ampio impiego del dialetto e una lettura priva di inutili rimpianti, una rappresentazione storica che sarà familiare a coloro che in questo contesto hanno trascorso l’infanzia e la giovinezza. Ma coloro che non hanno conosciuto quegli anni avranno qualcosa da imparare in un momento come quello odierno in cui occorre prepararsi a scenari imprevedibili. Un mondo forse perduto, ma non per questo meno attuale

AUDIO L'intervista a Sante Rossetto intervenuto a Buongiorno Veneto Uno.


L’AUTORE
Sante Rossetto, giornalista, è stato caporedattore del Gazzettino in alcune città del Veneto. Accanto all’attività professionale ha coltivato gli studi storici con particolare attenzione alla storia della stampa e del giornalismo trevigiano e veneto. Il suo libro più recente, Vivere nelSeicento (Betelgeuse, 2014) dedicato alla vita quotidiana nella Marca nel XVII secolo, è giunto in pochi mesi alla seconda ristampa. In campo narrativo il suo lavoro più noto, edito da Canova, è Totila l’Immortale, finalista al premio Hemingway 2000, seguito, in collaborazione con Pierluigi Tamborini e sempre per i tipi di Canova e Cierre, da Il barbiere di Treviso.