Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Il poeta Zanzotto la definģ "una cartolina mandata dagli dei"

ROLLE, UN LUOGO DEL CUORE NELLA MARCA TREVIGIANA

Il borgo e i vigneti a Cison di Valmarino sono tutelati dal FAI


TREVISO - Il borgo e i vigneti di Rolle sono uno dei 23 Luoghi del Cuore da conservare e tutelare. L'investitura è arrivata direttamente dal FAI, per quello che nel 2004 fu nominato primo Borgo tutelato proprio dal Fondo Ambiente Italiano.
IL BORGO. Piccola frazione di Cison di Valmarino, sui colli delle Prealpi Trevigiane, attraversati dalla Strada del Prosecco che collega Conegliano e Valdobbiadene. Ricordata anticamente come Arrollis, il toponimo potrebbe avere una connessione con rubus, termine che rimanda alla presenza di rovi o altrimenti a una zona franosa. Una teoria più fantasiosa lo avvicina ad olla, in riferimento alla produzione di vasi in terracotta, attività di grande rilevanza sino al secolo scorso. A partire dal Duecento le vicende del paese furono state legate alla presenza di una comunità benedettina, della quale resta ancora parte del monastero. È luogo ricorrente nelle poesie di Andrea Zanzotto, dove il suo nome è trasfigurato nel senhal Dolle: nel 2009 il poeta ha pubblicato, in Conglomerati, un testo intitolato "L'aria di Dolle", ove Rolle è definita una cartolina inviata dagli dei. Luogo incantevole, da sempre caratterizzato dalla presenza dei vigneti terrazzati lungo i ripidi pendii. Il patrimonio ambientale e culturale di quest’area viene segnalato perché sia tutelato e valorizzato. I pericoli della globalizzazione – come l’abbandono, l’isolamento, la perdita di identità e l’omologazione del paesaggio minacciano infatti di intaccare questa isola incontaminata di identità e saperi tradizionali.

A sostenere il progetto di tutela di Rolle, il Fai di Treviso con l'architetto Enrico De Mori, intervenuto a Buongiorno Veneto Uno.