Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'uomo è tra le 31 parti offese in un maxi processo a Milano

RIVISTE TRUFFA: VITTIMA UN COMMERCIANTE TREVIGIANO

Tredici imputati per truffa, estorsione e sostituzione di persona



FARRA DI SOLIGO
- Raggiravano anziani, professionisti, pensionati e anche parroci proponendo abbonamenti a riviste collegate alle forze dell'ordine e minacciando poi le vittime se non avessero saldato i debiti. In tutto 31 persone alle quali è stato spillato un patrimonio. Tra queste c'è anche un commerciante di Farra di Soligo il quale, difeso dall'avvocato Alberto Dalle Ceste, si costituirà parte civile al processo così come hanno intenzione di fare anche le altre vittime del raggiro per recuperare il denaro che hanno speso.

Alla sbarra, di fronte al gup di Milano il prossimo 31 marzo su richiesta di rinvio a giudizio presentata dal sostituto procuratore Maria Teresa Latella, si dovranno presentare 13 persone accusate di associazione per delinquere finalizzata alla truffa, estorsione e sostituzione di persona. Si tratta di una banda di italiani, donne e uomini per la maggior parte milanesi, che si sarebbero resi protagonisti di una serie innumerevole di truffe ed estorsioni su tutto il territorio nazionale.

Stando alle accuse gli imputati, mediante la costituzione di più società tra cui la Control Center, la FIM Service e la PCF Editoriale (alle quali si aggiungono la New Call Center, la Print Me, la MAEC srl e la DPR srl, per le quali si procede in un diverso procedimento), si presentavano alle vittime come persone collegate alle forze dell'ordine vendendo loro riviste riconducibili a Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza che in realtà non erano mai state autorizzate.

Spacciandosi poi per funzionari di vari tribunali o di ipotetici Uffici Contenziosi o Recupero Crediti, avrebbero minacciato le vittime prospettando ritorsioni giudiziarie qualora non avessero versato il denaro degli abbonamenti sottoscritti. Nonostante i pagamenti, periodicamente i malcapitati avrebbero ricevuto comunque telefonate minacciose da vari operatori, in particolare della società Control Center, che intimavano al pagamento di diverse migliaia di euro per chiudere presunti contenziosi in essere con queste case editrici per “abbonamenti non pagati”.

Il commerciante trevigiano per oltre un anno ha versato, in più tranches, quasi 7 mila euro. Ma le minacce sarebbero continuate comunque, tanto che l'uomo ha deciso di affidarsi all'avvocato Dalle Ceste presentando una denuncia querela alla Procura di Treviso. Gli inquirenti hanno poi inviato gli atti a Milano dove si è formato il grande filone d’indagine che ha portato alla richiesta di rinvio a giudizio nei confronti dei 13 imputati.