Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Giudicati con rito abbreviato quattro rom residenti a Verona

CONDANNE PER DUE ANNI E MEZZO ALLA BANDA DELLA PLASTICA

Avevano tentato un colpo alla Tecnoplast di Pederobba



PEDEROBBA
- Condannata la “banda della plastica”. Giudicati con rito abbreviato, tutti difesi dall'avvocato Francesco Spanò, quattro rom hanno rimediato 8 mesi di reclusione ciascuno per il colpo, andato male, alla Tecnoplast di Pederobba l'8 giugno scorso. Si tratta di Francesca Ahmetovic, 26enne di Verona, Michele Ahmetovic, 20enne di Verona, Rasid Ahmetovic, 20enne di Badia Polesine, e Anthony Ahmetovic, 23enne di Badia Polesine. I quattro, che dopo l'arresto erano stati scarcerati con l'obbligo di firma ogni due giorni, erano stati fermati a bordo di una Seat Ibiza azzurra la sera stessa del colpo. Avevano preparato tutto per compiere il furto nell'azienda di Pederobba: i muletti erano stati spostati in corrispondenza dei bancali sui quali era posizionato un carico di tonnellate di polietilene e la motrice di un camion rubato a Cadoneghe, in provincia di Padova, era stata parcheggiata all’esterno della fabbrica, pronta a partire quando sarebbe stato effettuato il carico. I
l colpo, seppur studiato nei minimi dettagli, non è riuscito semplicemente perché un testimone, che aveva notato nella notte movimenti strani alla Tecnoplast, aveva chiamato i carabinieri che erano riusciti a bloccare una delle tre auto in fuga. Nel corso dell’inseguimento, le tre auto si erano divise e i carabinieri si erano concentrati sulla Seat Ibiza azzurra bloccandola in via Case Rosse, a Curogna. All’interno c’erano i quattro rom, uno dei quali aveva addosso 500 euro in contanti, rubati all’interno degli uffici della Tecnoplast. I quattro sono stati assolti dall'accusa di tentato furto per il colpo in azienda ma condannati per il furto dei 500 euro.