Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nuovo progetto di coop Solidarietą con altre associazioni

LA CASA DEI COLORI APRE A BAMBINI, RAGAZZI E FAMIGLIE

Alle attivitą collaboreranno anche ragazzi disabili


TREVISO - Sarà dedicata sopratutto ai bambini: la nuova Casa dei colori è stata inaugurata ieri al Villaggio Solidale di via Fossagera. E' una ludoteca, con annessa una piccola biblioteca, locali a disposizione per feste ed eventi a tema (ad esempio presentazioni di libri per l'infanzia), uno spazio compiti. Ma il progetto ideato dalla Cooperativa Solidarietà, dell'Associazione Don Paolo Chiavacci e delle altre associazioni, coordinate dal Csv, è più ambizioso: creare uno spazio creativo e un punto di incontro per l'intera comunità, aperto agli adolescenti e anche agli adulti. Per questo si sta definendo un programma di laboratori di moda, trucco, arte, musica, sport e varie altre iniziative. Comprese anche iniziative che possano riunire tutta la famiglia, genitori e figli. Punto centrale, naturalmente, la didattica e l'animazione per i più piccoli che qui potranno trascorrere il pomeriggio (durante le vacanze scolastiche gli orari verranno ampliati, con i centri estivi già sperimentati dalla coop), proprio per rispondere al bisogno avanzato da molte famiglie di una struttura a cui affidare i bimbi mentre i mamma e papà sono ancora al lavoro.
E ad alcune attività collaboreranno, dopo una debita formazione, anche ragazzi con sindrome di down e soggetti con un passato di marginalità sociale: un arricchimento vicendevole per i partecipanti, spiegano gli organizzatori, e un'occasione per queste persone di scoprire le proprie abilità e sentirsi maggiormente integrati.