Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12░ Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cinque giorni di astensione dalle udienze degli avvocati

DIRITTO ALLA PRESENZA E GIUSTO PROCESSO: ╚ SCIOPERO

Unione delle Camere Penali contro la modifica dell'art.146 bis


TREVISO – Cinque giorni di astensione dalle udienze per protestare contro le nuove proposte del governo che andrebbe a modificare l'articolo 146 bis del codice penale che riguarda, in parole povere, il “diritto alla presenza” e il “processo giusto”. L'Unione delle Camere Penali Italiane ha infatti proclamato lo sciopero in quanto, in base al decreto legge in discussione al Senato, “si introduce nel processo penale uno strumento violento, arbitrario e incostituzionale che bilancia incongruamente gli indeclinabili valori del contraddittorio, dell'immediatezza e del diritto di difesa, con discutibili esigenze di risparmio. Occorre denunciare con forza – continua il manifesto dell'UCPI – la logica securitaria ed emergenziale che viene utilizzata al fine di mantenere ed estendere normative eccezionali e straordinarie, e rinnovare la critica agli strumenti del 'doppio binario', del regime speciale del 41 bis dell'art. 146 bis, che risultano contrari ai principi di un processo democratico e liberale e alla stessa dignità delle persone”.