Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Squadra Mobile individua la centrale vicino alla stazione

SPACCIO DI COCAINA A MOGLIANO: BOSS IN MANETTE

Due complici denunciati, mandato di cattura per un quarto



MOGLIANO
– Indagando per una serie di truffe tramite PostePay, la Polizia Postale si è imbattuta nell'ottobre dello scorso anno in qualcosa di ben più grosso. Passata l'informativa alla Squadra Mobile di Treviso, le indagini hanno portato a stroncare una rete di spaccio di cocaina che proprio a Mogliano Veneto, in palazzo a due passi dalla stazione ferroviaria, aveva la centrale operativa. In carcere è finito un nigeriano di 38 anni mentre sono stati denunciati a piede libero la moglie, 26 anni, e un amico della coppia, 32 anni. Un quarto componente, anche lui nigeriano di 31 anni, si è reso irreperibile e su di lui pende un mandato di cattura emesso dal gip di Treviso. Stando a quanto sostenuto dagli inquirenti, il quartetto si sarebbe reso protagonista di oltre un centinaio di cessioni di cocaina, che veniva smerciata nel sottopasso della stazione ferroviaria di Mogliano: mentre il boss, che era agli arresti domiciliari, riceveva gli ordini dai clienti (una ventina quelli già identificati), gli altri tre sodali scendevano in strada. Uno materialmente consegnava la dose al cliente di turno mentre gli altri due facevano da vedette in bicicletta. Se notavano qualcosa di strano, lo segnalavano al pusher che prontamente ingoiava la dose che avrebbe dovuto consegnare. Uno stratagemma che però non è servito per evitare di essere scoperti dagli uomini della Squadra Mobile.