Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Squadra Mobile individua la centrale vicino alla stazione

SPACCIO DI COCAINA A MOGLIANO: BOSS IN MANETTE

Due complici denunciati, mandato di cattura per un quarto



MOGLIANO
– Indagando per una serie di truffe tramite PostePay, la Polizia Postale si è imbattuta nell'ottobre dello scorso anno in qualcosa di ben più grosso. Passata l'informativa alla Squadra Mobile di Treviso, le indagini hanno portato a stroncare una rete di spaccio di cocaina che proprio a Mogliano Veneto, in palazzo a due passi dalla stazione ferroviaria, aveva la centrale operativa. In carcere è finito un nigeriano di 38 anni mentre sono stati denunciati a piede libero la moglie, 26 anni, e un amico della coppia, 32 anni. Un quarto componente, anche lui nigeriano di 31 anni, si è reso irreperibile e su di lui pende un mandato di cattura emesso dal gip di Treviso. Stando a quanto sostenuto dagli inquirenti, il quartetto si sarebbe reso protagonista di oltre un centinaio di cessioni di cocaina, che veniva smerciata nel sottopasso della stazione ferroviaria di Mogliano: mentre il boss, che era agli arresti domiciliari, riceveva gli ordini dai clienti (una ventina quelli già identificati), gli altri tre sodali scendevano in strada. Uno materialmente consegnava la dose al cliente di turno mentre gli altri due facevano da vedette in bicicletta. Se notavano qualcosa di strano, lo segnalavano al pusher che prontamente ingoiava la dose che avrebbe dovuto consegnare. Uno stratagemma che però non è servito per evitare di essere scoperti dagli uomini della Squadra Mobile.