Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Stessa pena del cliente, che l'ha convertita in 15 mila euro

INCONTRO A LUCI ROSSE IN AUTO: DUE MESI ALLA LUCCIOLA

Beccati dai carabinieri a Preganziol durante un rapporto orale


PREGANZIOL - Due mesi di reclusione convertiti in quindicimila euro di multa per un rapporto orale con una prostituta consumato in auto. Erano costati davvero molto cari i bollenti spiriti a un 53enne di Aviano, in provincia di Pordenone, finito a processo per rispondere di atti osceni in luogo pubblico. 
L'uomo, citato direttamente a giudizio dalla Procura di Treviso, aveva scelto la via del patteggiamento. La lucciola, imputata per lo stesso reato, aveva invece deciso di affrontare il dibattimento. Senza lo sconto di un terzo della pena in virtù del rito alternativo, ha rimediato la stessa condanna (due mesi di carcere), ottenendo la sospensione condizionale della pena. L'episodio a luci rosse contestato dagli inquirenti si era verificato il 6 gennaio 2013. Il 53enne, passando per il Terraglio a Preganziol, aveva adocchiato la 26enne, aveva accostato la propria auto e, concordato il prezzo della prestazione, aveva fatto salire la giovane nella vettura. I due si erano appartati nel parcheggio del supermercato Lidl, sotto un lampione e circondato da diverse abitazioni. Convinti di essere lontano da occhi indiscreti, lui si è calato i pantaloni lasciando che lei si adoperasse in un rapporto orale. Ma le loro performance non erano sfuggite agli occhi di un residente, che aveva chiamato il 112. 
All'arrivo dei militari, cliente e lucciola erano ancora “occupati”.