Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Voce gospel e brio jazz nel progetto soul trevigiano

ECCO LA "MUSICA DELL'ANIMA" DI B-JAY & SOUL RAMBLERS

Il disco esce venerdì 18 dicembre al Mattorosso di Montebelluna


E' una raffinata mistione tra musica soul, gospel e r&b, arricchita dall'estro jazz della sezione ritmica, il disco di B-Jay & The Soul Ramblers. 9 pezzi originali scritti dal cantante Banji “B-Jay” Tofade, ospite nei nostri studi con il batterista Remo Straforini e il percussionista Tommaso Palma, parte della formazione che oggi conta sette elementi.
Come si colloca il progetto del gruppo trevigiano all'interno del più vasto panorama della musica soul? Per rispondere partiremo da lontano, dalle origini, ossia dal contesto che ruota attorno a due etichette indipendenti degli States degli anni '60: la Motown Records e la Stax Records, che rappresentano anche due “scuole” distinte. Capiremo come il sound e la filosofia che orbita attorno a queste due etichette abbia influenzato il soul in senso lato, e il progetto di B-Jay & The Soul Ramblers nello specifico. Naturalmente, entreremo nel profondo dei testi, a sfondo sociale e spirituale, sempre ispirati alla quotidianità. E lo faremo accompagnati dall'ascolto di quattro pezzi: “It Is Love?”, “My Sweetest Soul”, “Be Proud Of Who You Are”, “Life”.

I B-Jay & The Soul Ramblers presentano il disco venerdì 18 dicembre con il concerto al Mattorosso di Montebelluna.