Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, cinque segnalazioni al giorno alla polizia postale

REGALI DI NATALE ACQUISTATI ON LINE, TRUFFE A RAFFICA

Pc, telefonini, tv, capi di abbigliamento e perfino vibratori


TREVISO - Televisori, pc, decine di smartphone, tablet, capi d'abbigliamento di vario tipo, accessori come borse, occhiali e portafogli ma perfino attrezzature per il sesso estremo e vibratori. Sono tutti regali di Natale che alcuni trevigiani avevano acquistato o ordinato in internet, in portali specializzati o attraverso i classici siti di e-commerce, ma che difficilmente finiranno sotto l'albero. Merce prenotata, pagata ma non ancora arrivata a destinazione: dietro questi ritardi però si nasconde spesso la più beffarda delle truffe. In questi giorni che precedono il Natale piovono segnalazioni, richieste di informazioni per eventuali querele o denunce che giungono negli uffici della polizia postale di Treviso ad un ritmo, incessante, di 4-5 al giorno. In molti, vittime di questi raggiri on line, si rivolgono anche all'Arma dei carabinieri o direttamente alla Procura della Repubblica oltre che agli uffici di piazza della Vittoria. Tra i casi più eclatanti delle ultime settimane c'è quello di una coppia di coniugi, entrambi di professione operai, che aveva ordinato, tempo fa, un televisore per un valore di 4mila euro: una volta pagata la somma al venditore di turno che aveva "piazzato" l'annuncio-esca questo è poi sparito nel nulla. Un film già visto e da qui al 25 dicembre non sarà di certo l'ultimo caso. Non sempre però il mancato arrivo dei tanto attesi regali di Natale è dovuto alle losche manovre dei truffatori: spesso, riferisce la polizia, i disguidi e i ritardi nel recapito della merce sono dovuti all'intensa mole di lavoro che i portali di e-commerce hanno solitamente in questo periodo dell'anno.