Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, la Questura lancia l'allarme: "Chiamate il 113"

SI FINGE POLIZIOTTO PER TRUFFARE GLI ANZIANI

Indossa la divisa e con un pretesto riesce ad entrare in casa


TREVISO - Finge di essere un poliziotto, con tanto di divisa, entra nelle case degli anziani con un pretesto e cerca di capire se le vittime di turno abbiano o meno denaro e preziosi in casa. A lanciare l'allarme su questo agente-truffatore, dopo alcune segnalazioni giunte al 113, è la Questura di Treviso. L’ultimo episodio risale a qualche giorno fa quando i poliziotti delle volanti sono intervenuti presso l’abitazione di una 70enne per la presenza di un sedicente poliziotto. L’uomo, che indossava una divisa, riferiva alla donna che suo marito aveva speso dei soldi falsi presso un distributore di carburante ed erano arrivati alla loro residenza attraverso il numero di targa estrapolato dalle telecamere. Il sedicente poliziotto con la scusa di dover controllare i documenti della donna, la seguiva all’interno dell’abitazione chiedendo se in casa vi fossero gioielli o contanti. La donna insospettita da tale situazione contattava la Polizia che faceva subito intervenire una sua pattuglia. L’uomo, vistosi scoperto, è ovviamente fuggito facendo perdere le proprie tracce. "La Polizia ricorda -si legge in un comunicato- che di fronte a dei presunti agenti è doveroso chiedere che esibiscano il tesserino identificativo con placca di riconoscimento e nei casi di richieste particolari di contattare il 113 per accertarsi sull’identità dell’operatore di Polizia".