Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Operazione della GdF in base alla legge antimafia

SEQUESTRATI AL BOSS ROM BENI PER MEZZO MILIONE

Sigilli ad una villa con piscina, conti correnti e auto di lusso


TREVISO - Vivevano in una villa, con tanto di piscina ed un terreno di oltre 2mila metri quadrati, ma negli ultimi tre anni avevano presentato dichiarazioni dei redditi per circa 15mila euro, al di sotto della soglia di povertà. Erano intestatari di nove auto, tutte di lusso ma non avevano un lavoro stabile. La loro unica occupazione era mettere a segno furti e truffe.
Per questo motivo la Guardia di Finanza di Treviso, dopo un lungo lavoro di accertamento cominciato nel gennaio dello scorso anno, ha provveduto ad eseguire un provvedimento di sequestro di questo piccolo “impero”, del valore di mezzo milione di euro, nei confronti del clan Baricevic che risiede nel quartiere di Santa Bona, in via dei Biscari.
Il sequestro, finalizzato alla confisca definitiva, è stato applicato in base alla normativa antimafia che prevede appunto questo tipo di provvedimento in caso di accumulo di beni dovuti ad attività criminosa. I sigilli sono stati posti ad una villa che risultava catastata come deposito ed aveva all'interno tutti i confort tra cui vasca idromassaggio e finiture di pregio, a nove auto che erano frutto di compravendita da parte dei malviventi, conti correnti e varie polizze di pegno per preziosi che erano probabilmente frutto di furti.
Il capofamiglia e suo figlio, Stjepan e Ivan Baricevic, quest'ultimo soprannominato “il re delle truffe”, si trovano attualmente in carcere per scontare pene relative ai loro numerosi precedenti ma nella villa di via dei Biscari, hanno accertato le fiamme gialle, erano in 9 a viverci tra cui figli e parenti di entrambi.
L'obiettivo della Procura è di utilizzare il sequestro come strumento ordinario per questo tipo di criminalità economica. Lo sottolinea ai nostri microfoni il Procuratore capo della Repubblica di Treviso, Michele Dalla Costa e il comandante della Compagnia di Treviso delle fiamme gialle, Francesco Calimero.

Galleria fotograficaGalleria fotografica