Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND ╚ IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE ╚ IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerÓ l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In aula anche Wilma Rizzo, Manolo Biz e Marco Bortoluzzi

EVASIONE MILIONARIA: L'EX PILOTA FABIO VALLE A PROCESSO

La procura contesta fatture false per 25 milioni di euro


VILLORBA - A processo per un giro di fatture false per operazioni inesistenti da 25 milioni di euro e per un'Iva non versata da quasi 5 milioni. In sintesi sono le accuse che hanno portato la Procura di Treviso a firmare la richiesta di rinvio a giudizio per l'ex pilota Fabio Valle, 52enne di origini vittoriesi ma residente a Villorba, Marco Bortoluzzi, 36enne montebellunese residente a Spresiano, Wilma Rizzo, la madre 85enne di Valle, e Manolo Biz, 37enne pordenonese di Cordenons e attualmente residente a Barcellona. Nel mirino della Guardia di Finanza di Treviso erano finite le società di Fabio Valle “Blusteel srl”, “Mobile Products srl” e “O.M.B. Srl”, di cui risulta amministratore di fatto. L'amministratrice di diritto, e quindi legale rappresentante, sarebbe invece stata la madre, Wilma Rizzo, che per la Procura avrebbe ruoli amministrativi di vertice in ben 14 società. Il ruolo di Manolo Biz sarebbe stato quello di utilizzare la sua società spagnola, la “Ustari Extens SL” con sede a Barcellona che risulta cancellata dal 2008, per emettere le fatture false. In più, una volta ricevuti i bonifici sul suo conto dalla Blusteel, avrebbe materialmente prelevato le intere somme versate trattenendosi 1.500 euro per ogni operazione prima di consegnare i contanti a Valle. Marco Bortoluzzi invece, titolare della omonima società “BM di Bortoluzzi Marco”, oltre a non aver mai presentato dichiarazioni dei redditi e Iva dal 2 marzo 2009 (giorno di inizio attività della ditta), non aver mai versato imposte all'erario e a non aver avuto dipendenti dal 2011, avrebbe anche lui emesso fatture per operazioni inesistenti in favore della Blusteel, risultandone peraltro dipendente dall'aprile 2013.