Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nella sfida di Natale le Zebre battono il Benetton 28-25

LA MALEDIZIONE CONTINUA: A PARMA SCONFITTA ALL'83'

Le sconfitte consecutive dei Leoni sono adesso 21


PARMA - La tradizione vuole che a fine anno arrivino i due derby italiani in Guinness Pro 12 fra Treviso e Parma. Il primo, in programma in Emilia, ha visto i padroni di casa vincere in rimonta per 28-25. Si tratta della 21° sconfitta consecutiva per il Benetton che, nonostante il punto di bonus, rimane sempre più solo in fondo alla classifica. Beffardo il settimo punto di bonus stagionale, sconfitta maturata proprio all'ultimo respiro, dopo che Treviso era riuscita a ribaltare una situazione davvero difficile: fatale la meta di Van Schalkwyk dopo reiterati tentaivi negli ultimi 5 metri. Una vittoria, il 3 gennaio a Monigo per il ritorno contro le Zebre, non permetterebbe comunque ai ragazzi di coach Casellato di lasciare l'ultimo posto, a cui Treviso sembra ormai destinato. 

ZEBRE-BENETTON 28-25 (p.t. 16-3)
ZEBRE: Muliaina (21’ s.t. Beyers), Berryman, Bisegni, Garcia, Van Zyl, Canna (26’ s.t. Haimona), Burgess; Van Schalkwyk, Meyer, Sarto J.,Biagi (cap), Bortolami (15’ s.t. Bernabò), Chistolini (21‘ s.t. Ceccarelli), D’Apice (32‘ s.t. Fabiani), Lovotti (Non entrati: De Marchi An., Ruzza, Palazzani) All.Guidi 
BENETTON: McLean, Pratichetti, Iannone, Christie, Ragusi (30’ s.t. Smylie), Hayward, Gori; Zanni (cap) (28’ s.t. Steyn), Minto, Barbini (32’ s.t. Barbieri), Palmer (21’ s.t. Paulo), Fuser, Harden (7’ s.t. Manu), Giazzon (7’ s.t. Gega), Zanusso (Non entrati: De Marchi Al., Sgarbi) All.Casellato
ARBITRO: Whitehouse (Galles)
MARCATORI:  14‘ cp Canna (3-0); 16‘ cp Hayward (3-3); 18‘ cp Canna (6-3); 21‘ m Canna tr Canna (13-3);  36‘ cp Canna (16-3); s.t. 14‘ cp Hayward (16-6); 20‘ m Hayward (16-11);  27‘ m Gega tr Hayward (16-18); 28‘ m Bernabò (21-18); 35‘ m Zanusso tr Hayward (21-25); 40‘ m Van Schalkwyk tr Haimona (28-25).

Gli altri risultati:

Scarlets-Ospreys 26-27, Connacht-Ulster 3-10, Edinburgh-Warriorts 23-11, Dragons-Blues 20-21, Munster-Leinster 7-24.

Classifica:

Scarlets 35, Connacht 34, Leinster e Ulster 31, Edinburgh e Munster 28, Warriors 26, Ospreys 24, Cardiff 18, Dragons 15, Zebre 13, Benetton 6.

UMBERTO CASELLATO:”Questi ultimi minuti fatali sono un motivo dominante della nostra stagione. Brave le Zebre a non mollare: abbiamo regalato loro il primo tempo a livello tecnico e tattico. Abbiamo fatto fatica a rientrare in partita, l’abbiamo ripresa e mollata solo all’80°. Nel primo tempo abbiamo giocato troppo individualmente, nessuna gara la vinci coi singoli. Nel secondo tempo siamo stati più determinati: la gara era 50 e 50 e sotto pressione nei 22 abbiamo commesso troppe penalità che hanno portato alla meta delle Zebre. Il nostro piano per arrivare forti in mischia nel secondo tempo aveva funzionato ma accettiamo la sconfitta. Ora pensiamo al ritorno, dove dovremo essere più concentrati negli interi 80 minuti“.
ALESSANDRO ZANNI:”Nel primo tempo abbiamo lasciato molto il gioco alle Zebre commettendo errori d’indisciplina: loro si sono portati subito oltre il break in una prima frazione dove abbiamo sofferto. Il secondo tempo è stato invece buono: siamo riusciti a ribaltare il punteggio con un gioco quadrato riuscendo ad essere disciplinati in mischia. Siamo però mancati nella gestione dell’ovale quando siamo stati per due volte in vantaggio: a questo livello questi errori si pagano. Bravi loro a segnare a tempo scaduto: c’è amarezza dopo aver recuperato una gara che si era messa male. Vincendo oggi non avremmo rubato nulla: la vittoria era 50 e 50. Una beffa che ci servirà da lezione per il ritorno ripartendo dagli aspetti positivi, con attenzione alla precisione nelle nostre fasi di gioco”.