Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Invito a ridurre i panevin, botti vietati a Treviso e Casier

DOMENICA ECOLOGICA SOLO NEL CAPOLUOGO

Ma nasce il coordinamento dei comuni sull'ambiente


TREVISO - Treviso sarà l'unico comune del circondario ad attuare la domenica ecologica il prossimo 3 gennaio. L'iniziativa, confermano dal municipio, si svolgerà anche nel caso l'agognata pioggia arrivasse nei giorni precedenti, vista la finalità soprattutto educativa. Tempi troppo stretti, invece, per estendere lo stop alle auto o altre limitazioni anti-smog al traffico anche nella fascia intorno al capoluogo. D'ora in poi, però, le varie amministrazioni del circondario daranno vita ad incontri periodici, una volta al mese, per coordinare le proprie politiche in materia ambientale. La decisione è stata presa nella prima riunione tra i sindaci e i rappresentanti di Treviso, Casale, Casier, Mogliano, Preganziol, Roncade, S. Biagio di Callalta e Silea (del tavolo fanno parte anche Carbonera e Monastier), stamattina a Ca' Sugana.
Tra i primi punti, i comuni valutano l'intervento sui panevin, nel tentativo di bilanciare il rispetto della secolare tradizione con l'emergenza polveri sottili. A Treviso le 14 richieste di accensione dei falò sono “sotto osservazione”: La giunta vorrebbe limitarli ad uno per quartiere e di dimensioni ridotte, oltre ad imporre rigidi controlli sul materiale da bruciare. In queste ore l'assessore all'Ambiente Luciano Franchin contatterà i vari gruppi promotori, per cercare di raggiungere un accordo.
Riduzione già effuata a Casier, dove si svolgerà un solo falò, alle Camate di Dosson. Anche negli altri comuni sono state suggerite limitazioni ad altezze e numero e le amministrazioni attendono l'evoluzione delle condizioni meteo per il via libera definitiva: a Roncade la giunta deciderà entro il 31 dicembre sulle svariate domande, a San Biagio sono sette le richieste, a Casale si punta ad un solo evento, mentre Silea, al momento, non prevede limitazioni.
Anche sul tema dei botti, pur in ordine sparso, i comuni stanno adottando vari provvedimenti: Treviso e Casier hanno previsto il divieto, a tutela degli animali e per prevenire incidenti, per tutto il periodo festivo, a Casale lo stop sarà per la notte di San Silvestro, Silea e Roncade confidano nel buon senso dei loro cittadini per sparare i fuochi con moderazione.

Galleria fotograficaGalleria fotografica