Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sul decesso di Marta Lazzarin l'ipotesi è omicidio colposo

MORTA DI PARTO A BASSANO: APERTA UN'INCHIESTA

L'autopsia sarà effettuata probabilmente martedì


BASSANO DEL GRAPPA - Un fascicolo di inchiesta con l'ipotesi di omicidio colposo è stato aperto dalla Procura di Vicenza che indaga sulla morte di Marta Lazzarin, la blogger di viaggi originaria di Cusignana di Giavera deceduta martedì durante il travaglio all'ospedale di Bassano del Grappa, a poche ore dal decesso del bimbo che portava in grembo. La famiglia aveva presentato un esposto per omicidio colposo, chiedendo il sequestro della cartella clinica e l'effettuazione dell'autopsia, che dovrebbe essere effettuata martedì prossimo, alla quale parteciperà anche un perito nominato dalla famiglia della vittima, oltre al consulente della Procura e al perito dell'Usl di Bassano. In questa fase, ha spiegato l'avvocato Ottoni, non vi sono elementi per i quali si possano configurare responsabilità nella morte della 34enne da parte dei medici del San Bassiano, ma la famiglia chiede che venga fatta piena luce sugli eventi che hanno portato alla morte della loro congiunta. Marta Lazzarin, alla 27esima settimana di una gestazione che non le aveva mai dato alcun tipo di problema, era giunta nel pomeriggio di martedì 29 dicembre al pronto soccorso dell'ospedale bassanese, con forte febbre e dolori addominali. Gli accertamenti medici avevano permesso di appurare che c'era stata la perforazione del sacco amniotico, e che il feto era purtroppo già morto, probabilmente da un paio di giorni.