Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Ai domiciliari dopo le indagini della Guardia di Finanza

BANCAROTTA DA 9,4 MILIONI: IMPRENDITORE AGLI ARRESTI

Accusato di aver svuotato le società e occultato la contabilità


TREVISO - Bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale e appropriazione indebita. Questi i reati di cui è accusato un imprenditore edile, Roberto Fabbian, 51enne di Castello di Godego che dallo scorso 29 dicembre si trova agli arresti domicialiari. L'uomo, dopo il fallimento della sua ditta individuale nel 2010, aveva portato al crack nel febbraio 2014 anche la sua azienda, la Euronoleggi srl di Casteminio di Resana che contava ben 20 dipendenti. Gli uomini del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Treviso hanno accertato che il patrimonio della società, circa 9,4 milioni di euro, era stato fatto sparire attraverso la distruzione e l’occultamento delle contabilità societarie e il mancato deposito dei bilanci e delle dichiarazioni dei redditi a partire dal 2009. Le contabilità aziendali, come ammesso dal 51enne agli organi della procedura fallimentare, erano state istituite ma poi smarrite in circostanze inverosimili e poco credibili. L'imprenditore, colpito dalla crisi del settore, si era inoltre sottratto a tutti gli adempimenti impositivi ed al versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali dei dipendenti. Le fiamme gialle trevigiane sono riuscite, in modo quasi fortunoso, a sequestrare al 51enne una delle sue due vetture, una Mercedes. Inizialmente l'uomo non aveva saputo indicare al curatore fallimentare dove si trovasse la vettura: è stato proprio l'incaricato alla procedura fallimentare a coglierlo in flagrante mentre posteggiava la vettura all'esterno di un istituto di credito. L'altra vettura di proprietà di Roberto Fabbian, una Ferrari, non è stata ancora recuperata. Ai nostri microfoni queste le parole del comandante del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Treviso, Massimo Dell'Anna.