Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, in manette un 27enne, l'episodio sabato sera

MALMENA DUE STRANIERI E UN AGENTE, ARRESTATO

Insulti razzisti a due marocchini: "Tornate a casa vostra"


TREVISO - Ha insultato con frasi razziste e malmenato a schiaffi e testate alcuni giovani marocchini che si trovavano all'esterno di un chiosco per i kebab di corso del Popolo a Treviso e ha poi aggredito un poliziotto. Si è conclusa con l'arresto la serata di follia di un trevigiano di 27 anni, finito in manette sabato sera per restistenza e violenza a pubblico ufficiale, lesioni, ingiurie, minacce e possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere. Il giovane, comparso stamani di fronte al giudice per il processo per direttissima, è stato rimesso in libertà: il processo è stato rinviato al prossimo 9 febbraio. L'episodio che lo ha visto come protagonista è avvenuto poco dopo le 21 dello scorso 2 gennaio. Il 27enne si trovava nei pressi di un chiosco di kebab di corso del Popolo ed ha cominciato ad importunare e ad insultare gli stranieri presenti. “Rivattene al tuo paese” o ancora “negro di m...”: alcune delle frasi pronunciate. Un marocchino di 18 anni è stato schiaffeggiato mentre un connazionale che era intervenuto per difenderlo, un 22enne, è stato colpito da una testata. Un terzo magrebino ha subito contattato il 113, costringendo il 27enne alla fuga. Poco dopo il trevigiano è stato bloccato lungo via Pescatori sia dai carabinieri che da una pattuglia della polizia. Un agente è stato aggredito fisicamente dal giovane che ha poi cercato, scagliando calci e pugni, di evitare di essere portato in Questura. Durante la perquisizione rinvenuto anche un coltello a serramanico da 13 centimetri. Per il 27enne, querelato anche dagli stranieri, è scattato inevitabile l'arresto.