Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

La netlabel presenta la partitura collettiva "Pleiadum Constellation"

ELECTRONICGIRLS FESTEGGIA 6 ANNI CON UN CONCERTO PER ORCHESTRA ELETTRONICA

Sabato 9 gennaio ai Magazzini del Sale di Venezia


VENEZIA - La netlabel Electronicgirls compie sei anni di attività e festeggia con un concerto per orchestra elettronica e la pubblicazione on-line di "Pleiadi", album collettivo scaricabile gratuitamente dal sito dell'etichetta www.electronicgirls.org.
Tutto ha inizio da una call a cui hanno risposto 15 musicisti che hanno eseguito le istruzioni sonore descritte nella partitura "Pleiadum Constellatio" realizzando dei brani autonomi udibili anche sotto forma di un'unica e omonima traccia collettiva.
Sabato 9 gennaio, ore 21.00 a Sale Docks (Magazzini del Sale di Venezia) la partitura prenderà vita grazie alla performance musicale di un'orchestra elettronica composta da 12 musicisti, affiancati dall'interpretazione in danza di Marianna Andrigo. Seguirà il live set elettronico della compositrice parmigiana Patrizia Mattioli e il dj set di LECRI.


Pleiadum Constellatio rientra nella più ampia Silver River; dedicata alla Via Lattea, è una composizione in tre movimenti che descrive il viaggio di un oggetto celeste dallo spazio siderale all'atmosfera terrestre.
Il primo movimento Sidereal Cuts, è destinato a due escutori; il secondo, Escape Velocity, è stato pensato per pianoforte e voce soprano e sarà eseguito nella sua versione ridotta. Questo brano deve la sua forma alla trasposizione in note di una mappa degli impatti annuali degli oggetti celesti nell'atmosfera terrestre redatta dalla NASA. Il terzo movimento, Pleiadum Constellatio è un brano organico, frutto dell'intuizione umana limitata da Pochi parametri segnalati; è condizionato dall'intima percezione dei suoni, dei Momenti, della densità e del silenzio ed è il risultato di un esperimento casuale che, per sua stessa natura non può essere previsto a priori.
Le istruzioni assegnate trovano radici nel pensiero di Galileo, nell'opera di Cage e nei principi della Musica Intuitiva di Stockhausen.


Fanno parte dell'orchestra elettronica: Alberto Favretto (oggetti percussivi); Aldo Aliprandi (voce processata, monocordo, piatti); Alessandra Trevisan (voce processata), B.E.A. (live electronics); Belinda Frank (voce), Bertrand Rossa (piano emulato, live electronics); Chironomia (live electronics, theremin); Johann Merrich (live electronics); LECRI (live electronics); Marianna Andrigo (corpo); Nicolò de Giosa (live electronics); Patrizia Mattioli (live electronics).
Partiture e istruzioni a cura di Johann Merrich.


Electronicgirls è un'etichetta discografica indipendente dedicata alla sperimentazione elettronica con distribuzione web. Attenta ai problemi inerenti al diritto d'autore e consapevole dei nuovi canali di diffusione della cultura, ha scelto di rifiutare la tutela della Società Italiana degli Autori ed Editori e di licenziare le sue produzioni con Creative Commons: una posizione al limite tra provocazione e utopia che si pone in atteggiamento critico nei confronti dell'immobilismo del mercato discografico.
L'etichetta nasce a Venezia nel 2010 grazie all'incontro tra alcune compositrici di musica elettronica ed elettroacustica. L'attività prende avvio sotto forma di collettivo dedicato alla trasmissione della storia della musica elettronica al femminile, delle nuove proposte sonore e del concetto di una cultura tecnologica paritaria.