Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12░ Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si trovava ancora nella Marca, ospite di alcuni connazionali

LO SCAFISTA FERMATO A TREVISO ORA ╚ IN CARCERE

Liberato il 26 dicembre, il gip di Palermo ne ordina la cattura


TREVISO - Mohamed Diallo, il 28enne maliano accusato di essere uno degli scafisti che lo scorso anno aveva guidato un barcone con cui aveva traghettato 300 migranti dalle coste libiche a Lampedusa, è stato nuovamente arrestato dalla squadra mobile di Treviso ed attualmente si trova rinchiuso nel carcere di Santa Bona su ordinanza del gip del tribunale di Palermo. Il provvedimento è stato firmato tre giorni fa. Lo straniero, fermato alcuni giorni prima di Natale e liberato dal giudice del tribunale di Treviso il 26 dicembre per carenze nella documentazione, era ospite in questi giorni presso l'abitazione di alcuni amici connnazionali. Mohamed Diallo, in base alle indagini della Divisione Distrettuale Antimafia di Palermo, avrebbe guidato lo scorso 30 maggio un barcone con a bordo 300 stranieri; i suoi due complici, un cittadino del Gambia ed un guineano, erano stati nel frattempo già arrestati rispettivamente a Milano e a Terni. Lo scafista deve rispondere del reato di ingresso illegale nel territorio dello stato (ad inchiodarlo il racconto di numerosi stranieri che si trovavano a bordo del natante): oltre alla traversata del Mediterraneo per cui è finito in cella, gli investigatori avrebbero accertato che il 28enne sarebbe stato ideatore di altri "viaggi della speranza".