Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rinviata a giudizio una 61enne residente a Susegana

BADANTE SVUOTA IL CONTO DELL'ANZIANA CHE ACCUDIVA

E' chiamata a rispondere del reato di circonvenzione d'incapace



ORSAGO
– Avrebbe svuotato il conto corrente dell'anziana che avrebbe dovuto assistere portandole via oltre 100 mila euro. Protagonista una badante italiana di 61 anni residente a Susegana la quale, difesa dall'avvocato Andrea Zambon, è stata rinviata a giudizio per l'accusa di circonvenzione d'incapace e dovrà affrontare un processo che prenderà il via il prossimo 26 settembre.

Stando a quanto ricostruito dalla Procura di Treviso, la donna era stata assunta dai familiari dell'anziana, affetta da demenza senile, per aiutarla nelle normali faccende domestiche e e starle accanto nella vita di tutti i giorni. Col passare delle settimane l'imputata avrebbe indotto l'anziana a farsi rilasciare la delega dalla banca per operare sul suo conto corrente e avere libero accesso al dossier titoli.

Dal dicembre 2011 al settembre 2012, la 61enne sarebbe riuscita a effettuare prelievi per 69.600 euro e a riscuotere i rimborsi dei titoli scaduti per 36.168. Ad accorgersi degli ammanchi considerevoli di denaro era stato il marito dell'84enne il quale, contattati i propri familiari, aveva sporto denuncia e fatto partire le indagini della Procura di Treviso.

La donna ha però sempre respinto le accuse sostenendo che i familiari dell'anziana erano a conoscenza sia della delega che dei movimenti di denaro effettuati. Circostanza che l'imputata ha intenzione di dimostrare in aula.